Lavorare negli Stati Uniti – Come cercare lavoro a Boston

di Redazione Commenta

Una delle mete maggiormente scelte dagli italiani in cerca di lavoro all’estero sono gli Stati Uniti d’America. Questo paese sta vivendo nell’ultimo periodo una interessante crescita economica e sembra aver del tutto superato il momento di forte crisi che invece ancora tiene sotto scacco le nazioni del Vecchio Continente. Per il 2015, infatti, la maggior parte degli economisti internazionali prevede una imponente crescita economica americana pari al 3,6 per cento, che si confronta con un misero 1 per cento da parte della vecchia Europa. Questo vuol dire che nel corso del prossimo annuo nuove e interessanti opportunità lavorative verranno a crearsi nel Nuovo Mondo, in particolare negli stati che appartengono agli USA. Potrebbe non essere una cattiva idea quindi decidere di trasferirsi a vivere e a lavorare in America nel prossimo futuro. Tra le città da tener presente per un possibile trasferimento negli Stati Uniti ci sono senza dubbio le grandi città della East Coast, tra cui Boston

Boston è una delle città economicamente più sviluppate di tutta l’America, sede di una grande porto commerciale attraverso il quale sono passate per secoli enormi quantità i merci e uomini. Per molti anni coloro che emigravano negli Stati Uniti dal Vecchio Continente approdavano proprio a Boston in cerca di migliore fortuna. Oggi non siamo più nei tempi del grande esodo verso l’Eldorado degli Stati Uniti ma è comunque possibile trovare nuove e più interessanti opportunità di lavoro nei paesi in cui l’economia è in una fase di crescita.

Lavorare negli USA – Visti e permessi per gli Stati Uniti

In questa piccola guida vedremo quindi quali sono i passi fondamentali che devono compiere coloro che desiderano intraprendere una nuova esperienza di lavoro negli Stati Uniti nella città di Boston e quali sono le strategie più efficaci per trovare subito un impiego.

Lavorare negli USA – Il visto per non immigranti

Lavorare negli Stati Uniti – Come cercare lavoro a Boston

Se state pensando di trasferirvi a Boston per un periodo di tempo avete davanti a voi almeno due opportunità. La prima è quella di proporvi per un tirocinio all’interno del vostro campo di studio o di lavoro, al fine di apprendere nuove conoscenze professionali. La seconda è quella di trovare un impiego di tipo temporaneo. In questo modo non avrete certo difficoltà nell’ottenere il visto necessario.

Per diventare stagisti a Boston e svolgere un tirocinio è necessario come prima cosa avere un datore di lavoro americano. In seguito dovrete fare in modo di ottenere un visto di tipo J – per gli Stati Uniti esistono diversi tipi di visti – e possedere disponibilità finanziarie sufficienti per sostenere tutte le spese necessarie per il periodo di soggiorno. Sarà inoltre richiesto un livello di istruzione idoneo ai compiti che andrete a svolgere. Dovete inoltre dimostrare che vi recherete negli USA per un periodo temporaneo. Il visto in questione si richiede presso l’Ambasciata americana o il consolato USA.

Per coloro che vogliono solo lavorare a Boston per un breve periodo esiste la possibilità di richiedere un visto di tipo “H-2B” al fine di effettuare un lavoro di tipo stagionale nel settore dell’agricoltura o in un altro settore. Dovrete in questo caso possedere tutti i requisiti previsti dalla legge sull’immigrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>