Lavorare negli USA – Visti e permessi per gli Stati Uniti

di Redazione Commenta

Uno dei paesi al mondo che ancora oggi attrae migliaia di lavoratori ogni anno in cerca di occupazione e nuove possibilità di impiego sono gli Stati Uniti, che mai come in questo periodo stanno vivendo una interessante fase di ripresa economica in seguito alla pesante crisi degli anni passati. Per questo motivo sembra opportuno in questo post fermarsi a considerare meglio quali sono gli adempimenti necessari per entrare a lavorare nel paese, nel caso in cui si stesse pensando di trasferirsi in America. 

Lavorare a New York

Come abbiamo accennato anche in precedenza, parlando delle opportunità di lavoro che possono essere individuate in città come New York o Miami, anche per soggiornare in altre città o stati degli USA è necessario prestare attenzione a quanto prescritto dalle leggi sull’immigrazione. Le norme americane in tema di immigrazione sono piuttosto rigide, e vanno dunque rispettate nei dettagli, anche se, a seconda della politica intrapresa dall’amministrazione centrale, possono anche subire delle modifiche da un anno all’altro.

Lavorare a Miami

Per una maggiore informazione è sempre opportuno rivolgersi quindi all’ambasciata o al consolato del proprio paese, prima della partenza. In linea di massima, invece, possono essere senza dubbio seguite le seguenti indicazioni generali sui visti che è possibile ottenere per risiedere negli USA e sui documenti necessari per ottenerli.

In base alle leggi vigenti i visti per vivere e lavorare negli Stati Uniti si dividono in due grandi categorie: i visti per immigranti e visti per non immigranti.

Alla prima tipologia appartengono i visti per coloro che intendono stabilirsi in maniera permanente nel paese e che ottengono la residenza negli Stati Uniti. Alla seconda tipologia, invece, appartengono i visti relativi a coloro che si spostano negli USA solo per un tempo determinato, più o meno lungo, per motivi di lavoro, di studio, di turismo, di sport, di affari e così via.

I tempi necessari per ottenere un visto per gli Stati Uniti non sono molto rapidi, quindi il primo consiglio per chi ne ha necessità è quello di intraprendere le procedure per il rilascio con un certo anticipo prima della partenza.

I documenti necessari per ottenere il visto per gli USA

I documenti di cui bisogna disporre per ottenere il visto per gli Stati Uniti comunque sono:

  • un passaporto la cui validità residua sia di almeno sei mesi dalla data della partenza
  • moduli di domanda compilati con assoluta correttezza
  • due foto tessera recenti in formato passaporto
  • la possibilità di provare di disporre di sufficiente denaro per il tuo soggiorno
  • una assicurazione medica
  • la prenotazione in hotel e un biglietto di ritorno.

Quando si richiede il rilascio di un visto per gli Stati Uniti, inoltre, spesso viene chiesto di provare anche lo scopo della visita. Se si tratta di una richiesta per un visto di lavoro, quindi, potrebbe essere richiesta  anche una lettera del possibile datore di lavoro. Se invece il motivo è lo studio, servirà una lettera dell’istituto presso cui si sta andando a studiare.

In un prossimo post ci occuperemo quindi in maniera più dettagliata del visto per i non immigranti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>