Lavorare negli Stati Uniti – Come cercare lavoro

di Redazione Commenta

Moltissimi cittadini di tutto il mondo aspirano a lavorare negli Stati Uniti d’America. Ancora oggi, infatti, la confederazione americana di oltre 50 stati organizzati sotto una Repubblica Federale Presidenziale è una meta privilegiata per coloro che hanno intenzione di trasferirsi a vivere e a lavorare all’estero perché, nonostante i rovesci della crisi mondiale, si tratta ancora di uno dei paesi più ricchi in assoluto di tutto il globo. Il PIL pro capite americano si aggira intorno ai 50 mila dollari. 

E nonostante dal 2011 in poi sia diventato un po’ più difficile emigrare negli Stati Uniti, è ancora possibile partecipare di questo benessere, compiendo un preciso iter burocratico. Lavorare negli Stati Uniti, infatti, non è impossibile ma richiede la conoscenza delle norme e dei requisiti più adatti ad un efficace ricerca del lavoro.

Lavorare come infermiere negli Stati Uniti

In questa piccola guida troverete allora tutti i consigli più utili per emigrare negli Stati Uniti e le informazioni più utili per cercare lavoro in maniera facile ed efficace una volta arrivati sul posto. Ecco cosa dovrete fare.

Lavorare negli Stati Uniti come insegnanti di italiano

Lavorare negli Stati Uniti – Come cercare lavoro

Per trasferirvi negli Stati Uniti e cercare lavoro sul posto dovrete in primo luogo possedere un documento fondamentale: il passaporto che vi aiuterà nell’iter burocratico che dovrete seguire. Prima di cercare lavoro negli Stati Uniti dovrete infatti essere a posto con il vostro visto per la permanenza e il soggiorno nel paese.

E’ utile infatti ricordare che il visto turistico ha una durata di tre mesi ma non consente di lavorare nel paese; per svolgere attività lavorativa sarà invece necessario dotarsi di un Work  Visa, un visto lavorativo che richiede un certo periodo di tempo prima di essere ottenuto.

Il visto da richiedere è il visto di tipo H, che deve essere richiesto con un anticipo di circa 4 o 5 mesi rispetto alla data in cui si vorrebbe partire per gli Stati Uniti, sottomettendo una richiesta presso  l’Ambasciata Americana in Italia, che si trova a Roma, in Via Vittorio Vento 121.

Quando invece si cerca lavoro negli Stati Uniti la cosa migliore da fare è puntare dapprima su un lavoro stagionale e poi in un secondo momento su un lavoro a tempo indeterminato. Una cosa utile da fare è cominciare a sottoporre la propria candidatura dall’Italia, attraverso i siti internazionali.

Una volta sul posto è possibile rivolgersi alle agenzie interinali al fine di cercare un lavoro sul posto. La ricerca è però in genere favorita anche dal possesso della cittadinanza americana.

Per cercare lavoro negli Stati Uniti è possibile inoltre rivolgersi alle Camere di Commercio locali, le quali sono tutte recensite sulle pagine gialle locale e attraverso il sito omonimo, che fornirà numeri di telefono e indirizzi – www.yellowpages.com.

Sarà di fondamentale importanza, infine, in questa circostanza, avere a disposizione un cv scritto in inglese redatto al computer. Per la redazione del cv è opportuno ricordare che negli Stati Uniti non esiste un modello unico di CV ma che ne esistono molti, i quali si possono visionare effettuando delle ricerche online.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>