Lavorare negli Stati Uniti – Come aprire un’attività

di Redazione Commenta

Chi non vorrebbe vivere in America? Anche se la crisi economica e finanziaria degli ultimi anni è partita proprio dagli Stati Uniti, oggi i paesi americani sembrano avviati verso una nuova fase di ripresa economica, migliore addirittura di quella europea, ragione per cui l’America è tornata prepotentemente al centro dei desideri e dei pensieri di coloro che aspirano a trasferirsi a vivere e ad abitare all’estero. Gli Stati Uniti possono essere quindi il luogo in cui cercare un lavoro da dipendente, una volta ottenuto il necessario visto di entrata, ma anche il luogo in cui mettere in piedi una propria attività imprenditoriale se vi sentite più portati per il business.  

Lavorare negli Stati Uniti – Il visto per non immigranti

In questo post vi forniremo quindi alcune informazioni utili su quali sono i primi passi da muovere per avviare una propria attività in America, su quali sono gli aspetti da considerare e gli step burocratici da compiere. Come siamo soliti fare, tuttavia, poiché l’avvio di una attività imprenditoriale richiede sempre l’investimento di tempo e denaro, vi suggeriamo di effettuare un viaggio preliminare sul posto prima di prendere la vostra decisione definitiva.

Lavorare negli USA – Visti e permessi per gli Stati Uniti

Come aprire un’attività negli Stati Uniti

Per aprire un’attività negli Stati Uniti avrete forse bisogno, a differenza di molti altri paesi di cui ci è capitato di parlare, di un consulente in loco che vi guidi nelle vostre scelte imprenditoriali. Ad ogni modo, tuttavia, è sempre utile essere pronti e preparati su quello che vi aspetta decidendo di mettervi in proprio in America.

La prima cosa da sapere sugli Stati Unti è che ogni stato della confederazione avrà proprie leggi in materia  di imprenditoria, che sarà necessario conoscere, anche se poi all’atto pratico la maggior parte delle incombenze amministrative da risolvere saranno comuni, dal momento che sussistono anche leggi di tipo federale a cui attenersi.

Altro problema da risolvere nel lancio di un’attività è quello del visto. Un visto che può essere utilizzato allo scopo è il visto E – 5, ma il suo costo è davvero esorbitante, perché vengono richiesti in media 1 milione di dollari. Si tratta ovviamente di una scelta per grandi imprenditori. Non si tratta però dell’unica strada percorribile.  Alla portata della maggior parte di coloro che vogliono avviare un’attività in America c’è il visto E – 2, con il quale è possibile investire solo 15 mila dollari per iniziare.

Dopo l’ottenimento del visto vi potrete dedicare alla decisione del luogo e del nome della vostra azienda, nonché la forma giuridica che vorrete adottare. Negli Stati Uniti le forme possibili sono costituite da:

  • Sole proprietorship
  • Limited liability Company
  • Cooperative
  • Corporation
  • Partnership
  • S-corporation.

Dopo aver scelto la forma giuridica da dare alla vostra azienda dovete procedere alla registrazione del nome aziendale. Mentre vi occupate di queste cose dovrete anche cominciare a dedicare del tempo alla stesura del vostro business plan, che riporterà tutte le informazioni essenziali.

Ecco quindi quali possono essere altri step da seguire:

  • cercare assistenza e consulenza
  • ricercare fondi
  • ottenere il Codice identificativo per le tasse
  • registrarsi per le tasse locali
  • ottenere license e permessi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>