Lavorare nei musei – aprile 2013

di RobertoR Commenta

Il Comune di Cagliari ha affermato di aver stanziato dei fondi utili per l’attivazione di progetti per l’occupazione che dovrebbero condurre a nuove assunzioni all’interno dei musei civici. Cerchiamo di comprendere quale sia la natura di tale iniziativa, e in che modo i fondi stanziati potrebbero concretamente trasformarsi in nuove occasioni professionali per i giovani.

Stando a quanto riferito dalla municipalità, l’iniziativa è stata proposta dall’assessore Susanna Orrù, e consiste nello stanziamento di 600 mila euro da destinare al finanziamento di progetti per favorire l’occupazione, mediante assunzioni per varie attività all’interno dei musei civici di Cagliari, da affidare alle cooperative sociali di tipo B.

I primi tre progetti sono stati finanziati con 200 mila euro ciascuno e riguardano l’istituzione di punti di informazione turistica, l’attività di custodia dei musei e la promozione e la valorizzazione degli stessi.

Le assunzioni saranno riservate a persone senza alcuna occupazione, che non percepiscono nè indennità di disoccupazione nè di mobilità. Pertanto, le offerte sono destinate alle persone prive di reddito, con priorità per gli ex lavoratori espulsi dal mercato del lavoro negli ultimi due anni, disoccupati di lungo periodo e donne. Complessivamente, le risorse da inserire sono 20, di cui 8 addetti agli info point, 8 custodi diurni e notturni, 4 addetti alla promozione nei musei civici.

L’assunzione delle nuove figure professionali sarà intermediata dal Centro Servizi per il Lavoro di Cagliari, che cureranno pertanto le procedure selettive e il processo di recruiting delle risorse umane. Gli interessati potranno inviare la proprai candidatura al CSL di Cagliari, contattando lo staff in Via Calamattia, 12 – 09134 Cagliari, operativo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle ore 11.30, e il pomeriggio il solo lunedì dalle ore 15 alle ore 17.

Nel corso delle prossime settimane seguiranno ulteriori opportunità professionali per coloro che desiderano lavorare all’interno dei musei civici. Continuate a seguirci con la stessa frequenza per non perdere nemmeno un aggiornamento sul tema!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>