Regione Emilia, il sistema SARE per lavoratori in mobilità

di Redazione Commenta

Dal 1° marzo cambia il meccanismo per l’iscrizione alle liste di mobilità nella regione Emilia Romagna con l’introduzione del sistema SARE.

Così come stabilisce la delibera regionale nel caso di licenziamento collettivo, a seguito di espletamento della procedura di mobilità da parte aziendale, l’invio della relativa documentazione e delle comunicazioni riguardanti i lavoratori licenziati aventi diritto all’inserimento in lista di mobilità (articolo 4, 6 e 24 della legge n. 223/91 e sue successive modifiche e integrazioni) deve essere inviata, in maniera obbligatoria ed esclusiva, per via telematica utilizzando il sistema SARE in sostituzione dell’attuale modalità di trasmissione per via postale.

Con il sistema telematico SARE sarà possibile comunicare una assunzione, prorogare, trasformare, variare o concludere un rapporto di lavoro.I datori di lavoro, pubblici e privati,  le agenzie di somministrazione o i soggetti abilitati dalla normativa nazionale ad agire per conto dei datori di lavoro, dovranno essere prima abilitati attraverso una particolare procedura.

Secondo le indicazioni regionali il nuovo sistema consentirà di ridurre i tempi burocratici e approfittare di un’ulteriore semplificazione degli adempimenti amministrativi a carico alle imprese e cittadini.

Il Sistema SARE provvede a smistare le comunicazioni sia al polo del Servizio provinciale competente in ambito regionale, sia al Sistema informatico nazionale che curerà l’invio delle informazioni agli altri Enti coinvolti (INAIL, INPS, Direzioni Regionali e Provinciali del lavoro, Prefettura-UTG).

Il servizio consente di inviare, secono il processo telematico, fra l’altro, i prospetti informativi periodici relativi agli obblighi di cui alla Legge n. 68/1999 (Collocamento mirato dei disabili), le domande di Cassa Integrazione Guadagni in deroga (Mod. B/1 allegato alla Delibera della Giunta regionale n. 692/2009), da inviare successivamente alla sottoscrizione presso la Regione dell’esame congiunto con le organizzazioni sindacali, oppure in sede aziendale solo per gli accordi di riduzione dell’orario di lavoro sottoscritti dal 1 gennaioo al 4 giugno 2009.

Il sistema SARE è già utilizzato dalle imprese per le comunicazioni obbligatorie e per le richieste di accesso agli ammortizzatori sociali in deroga.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>