Regione Sicilia, partono i concorsi: previste oltre 1200 assunzioni

di Gio Tuzzi Commenta

Finalmente buone notizie per quanto riguarda le offerte di lavoro nella Regione Sicilia. Infatti, l’ente regionale ha bandito diversi concorsi, con la previsione di assumere in totale qualcosa come oltre 1250 dipendenti, di cui ben 1170 sottoscriveranno un contratto a tempo indeterminato.

Le figure richieste dovranno rispettare in alcuni casi l’obbligo di aver conseguito la laurea, mentre in altri casi è sufficiente il diploma. La destinazione di tali assunzioni sarà anche verso i vari Centri per l’impiego, senza dimenticare tutti gli uffici regionali, ma ci sarà un’aggiunta importante anche al Corpo Forestale, con nuovi agenti che verranno assunti. Saranno ben 83 le figure che andranno a ricoprire le posizioni espressamente previste per i professionisti per gli esperti, che avranno un ruolo decisamente importante per quanto concerne la gestione di tutte quel flusso di risorse che arriveranno tramite il Pnrr.

Scendiamo un po’ più nello specifico per capire nel migliore dei modi quali sono i profili che sono oggetto di tale ricerca. Prima di tutto, è bene mettere in evidenza come sono ben 537 i posti che sono destinati ai laureati, che verranno introdotti in una serie di profili professionali che hanno in comune il fatto di appartenere alla categoria D. Stiamo parlando dell’assunzione di 119 istruttori amministrativi, 344 specialisti del mercato e dei servizi del lavoro, mentre sono 37 le figure di specialisti informatici e statistici richiesti. Infine, in tale cifra sono compresi anche 37 figure che verranno assunte come analisti del lavoro.

Per l’assunzione di tutti questi profili che abbiamo da poco nominato, va messo in evidenza come si debba svolgere una prima prova preselettiva, che avverrà sostanzialmente tramite una valutazione dei titoli dei vari candidati, in maniera tale da poter individuare un numero idoneo di candidati per affrontare le prove successive, che deve essere pari a 5 volte quello bandito da concorso. In seguito, i candidati dovranno affrontare la prova scritta, che prevede la bellezza di 60 quesiti a cui dare risposta, ovviamente che riguarderanno le materie d’esame previste dal bando.

Da notare come verranno assunti anche altri 100 laureati per garantire un ricambio a livello generazionale all’interno dell’Amministrazione regionale, seguendo quanto è stato previsto dal piano del fabbisogno del personale approvato dalla Giunta della Regione Sicilia al termine di tre anni fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>