La sicurezza in Europa, la Danimarca

di Francesco Pentella Commenta

Cambia il modo di percepire la sicurezza del lavoro in Danimarca.

L’11 maggio scorso il Parlamento danese ha approvato la riforma del settore che entrerà in vigore dal 1 ottobre 2010.

La nuova legge fissa nuove regole e ribalta il concetto di sicurezza. Dal mese di ottobre si ribalteranno le misure di tutela per i lavoratori, ma anche nel modo di intendere la prevenzione: ogni azienda avrà degli obiettivi definiti su base annuale e al termine si valuteranno i risultati ottenuti.

Secondo il nuovo schema danese i rappresentanti della sicurezza si chiameranno rappresentanti dell’ambiente di lavoro poiché i compiti a loro attribuiti saranno più diversificati: dal contesto del lavoro alle malattie fino ad arrivare allo stress e ai maltrattamenti e molestie.

I rappresentanti dell’ambiente di lavoro riceveranno, inoltre una formazione più adeguata: avranno diritto a tre giorni di studio entro i  primi tre mesi dall’inizio della attività di rappresentanza e a due ulteriori giornate di formazione entro il primo anno.

Ogni anno faranno, inoltre, almeno un giorno e mezzo di aggiornamento professionale.

Tutte le imprese, comprese le più piccole, dovranno poi pianificare annualmente il loro lavoro di prevenzione sull’ambiente in collaborazione con i loro dipendenti, documentando i progetti presso l’Ispettorato del lavoro.

Ogni azienda dovrà fissare degli obiettivi su base annuale e valutare alla fine dell’anno i risultati ottenuti.

La nuova riforma prevede inoltre maggiore flessibilità nel decidere il numero dei gruppi di lavoro che si occuperanno di sicurezza e prevenzione, secondo le proprie caratteristiche ed esigenze.

Favorevoli alla riforma patronati e sindacati, mentre le rappresentanze dei datori di lavoro, insieme alla Confederazione sindacale LO, si ritengono abbastanza scettici ma con toni diversi.

Per la Confederazione occorre dare maggiore spazio alla formazione e alla rappresentanza dei lavoratori in modo particolari nelle aziende più piccole.

I patronati con i sindacati rilevano che per effetto di questa riforma la prevenzione conquista un posto più importante nella legge sull’ambiente di lavoro.

L’Inail dispone a questo punto di un nuovo sistema alternativo di percepire la sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>