Come diventare scrittore

di Monia 3

scrittore

Quella dello scrittore è una professione diramata in varie direzioni. Esiste infatti  il narratore, ma ci sono anche altre tipologie di scrittori, come il giornalista, il copy writer, il ghost writer, lo sceneggiatore tv o cinematografico, l’autore tv o radiofonico. Non è semplice diventare scrittore, qualsiasi sia il settore che si voglia scegliere, soprattutto perchè si tratta di professioni prive di specifiche norme di accesso.

Per diventare scrittore di professione (in questo caso il narratore), sono fondamentali alcuni consigli:

  • Cercare di capire di cosa si vuole scrivere e quale genere si vuole trattare. Per saper raccontare bisogna avere un’ottima padronanza della lingua,  ed utilizzare il lessico più adeguato per colpire i lettori.

  • Leggere molto, dal momento che la scrittura e la lettura vanno di pari passo.
  • Tenere  a portata di mano carta e penna. In questo modo si possono scrivere degli appunti dai quali prendere spunto per poter creare una storia.
  • Allenarsi alla scrittura (scrivere dunque tutti i giorni). L’allenamento, infatti, permette di perfezionare la tecnica.

Per chiunque voglia diventare scrittore  è preferibile scegliere il liceo classico o una scuola superiore a indirizzo umanistico. Per continuare la propria formazione,  si può inoltre frequentare  l’università di tipo umanistico (è maggiormente indicata la facoltà di Lettere o quella di Scienze della comunicazione). A tale percorso scolastico si possono aggiungere scuole o corsi di scrittura creativa, che hanno il compito di perfezionare la tecnica della scrittura.

Le scuole di scrittura  hanno lo scopo di stimolare le idee  in chi vi partecipa e chiarire dei dubbi attraverso le letture e gli esercizi di scrittura. Alcune scuole di scrittura sono delle piccole case editrici, che possono dare la possibilità a chi vi partecipa, di pubblicare i propri scritti, qualora i partecipanti abbiano tutte le carte in regola affinchè ciò avvenga.

Per avere maggiori informazione, consultare i seguenti link:

Qualora non si abbia la fortuna di iscriversi a scuole di scrittura che siano case editrici, è necessario armarsi di buona volontà e reperire agenzie letterarie o case editrici che potrebbero essere interessate alle opere realizzate. Si può affidare la propria opera anche ad agenti letterari, che hanno lo scopo di proporre l’autore alle varie case editrici, che percepiscono una percentuale sul contratto firmato. Si può anche sfruttare internet, dal momento che chiunque può pubblicare qualsiasi cosa, acquisendo cosi visibilità.

Commenti (3)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>