Arriva Perseo, il nuovo fondo complementare sanitario

di Francesco Pentella Commenta

Perseo nasce ufficialmente il 21 dicembre del 2010 ed è il fondo pensione complementare di riferimento del settore Enti locali e Sanità e, al pari degli altri fondi, è a capitalizzazione individuale ed a contribuzione definita, e le sue regole presentano punti in comune con quelle dell’altro fondo nazionale di categoria istituito per i dipendenti pubblici come l’aliquota dell’1% quale misura della contribuzione a carico di lavoratore e datore di lavoro.

Attualmente i fondi negoziali e attivi sono ad oggi rivolti solo ad alcune categorie del pubblico impiego, anche se esiste la possibilità, per i lavoratori delle altre categorie, di aderire a forme pensionistiche complementari di tipo individuale ed eventualmente, una volta costituito il fondo negoziale di categoria, trasferirvi la posizione di previdenza complementare maturata.

Insieme ai fondi Espero, dipendenti del comparto scuola, Laborfonds, dipendenti delle pubbliche amministrazioni a carattere locale della regione autonoma Trentino Alto Adige, e Fopadiva, dipendenti delle pubbliche amministrazioni a carattere locale della regione autonoma Valle d’Aosta, presto arriverà anche Perseo: un fondo con un bacino potenziale di 1.200.000 lavoratori, suddivisi in circa 670.000 per il settore Sanità e circa 540.000 per il settore delle Regioni e Autonomie locali.

Le organizzazioni sindacali e l’Aran hanno ritenuto conveniente far confluire in un numero limitato di fondi pensione più categorie contrattuali e questo permette ai fondi di ridurre i costi iniziali e di gestione e di aumentarne il potere contrattuale sui mercati finanziari.

La quota d’iscrizione, una tantum, al Fondo pensione Perseo è pari a euro 2,75 a carico dell’Amministrazione, mentre quella a carico del lavoratore verrà stabilita dal Consiglio di amministrazione.

La quota d’iscrizione a carico dell’Amministrazione è assolta, in unica soluzione, al momento della costituzione del Fondo pensione, sulla base del numero dei dipendenti dell’Area interessata.

L’adesione a Perseo è libera e volontaria e, grazie a diversi accordi, possono aderire a Perseo anche i dirigenti dei ruoli sanitario, professionale, tecnico e amministrativo del Servizio sanitario nazionale così come i medici e i veterinari.

In Perseo possono aderire i lavoratori assunti con contratto a tempo indeterminato, contratto part-time a tempo indeterminato, contratto a tempo determinato, anche part-time e ogni altra tipologia di rapporto di lavoro flessibile di durata pari o superiore a 3 mesi continuativi.