Bando europeo per l’energia intelligente: proposte fino all’8 maggio

di Anna Carbone Commenta

Aperto il nuovo bando europeo per l’energia intelligente. Il termine per la presentazione di proposte progettuali innovative è l’8 maggio. I progetti per la partecipazione al bando Intelligent Energy Europe devono essere mirati ad attività specifiche per il risparmio e l’efficienza energetica e all’utilizzo di fonti rinnovabili.

Il programma Energia Intelligente – Europa (IEE) viene promosso dall’Agenzia esecutiva per la competitività e l’innovazione (EACI) ed è inserito nell’ambito del Programma Quadro comunitario per la Competitività e l’Innovazione (CIP).

Gli obiettivi principali del bando europeo sono quelli di incoraggiare l’efficienza energetica (misura “SAVE”), promuovere l’utilizzo di fonti d’energia rinnovabili (misura ALTENER”) e supportare forme di mobilità sostenibile (misura “STEER”)

Il finanziamento del programma “Energia Intelligente Europa” riguarda, nello specifico, tre aree di intervento: il miglioramento dell’efficienza energetica e l’uso razionale delle risorse energetiche negli edifici; la promozione di nuove e rinnovabili risorse energetiche; la promozione dell’efficienza energetica e l’uso di nuove e rinnovabili fonti energetiche nei trasporti; la riduzione delle emissioni di gas serra.

Lo stanziamento complessivo previsto dal bando europeo è di 65 milioni di euro con un contributo per progetto pari al 75% a fondo perso dei costi eleggibili, per interventi sviluppati in collaborazione con un partenariato europeo.

Possono partecipare al bando imprese, centri di ricerca, università ed enti pubblici locali, associazioni di categoria ed istituti di credito che presentino tecnologie innovative, in grado di aumentare l’efficienza dell’uso e della produzione energetica allo scopo di agevolare il raggiungimento degli obiettivi di Europa2020.

I partecipanti al bando europeo dovranno, quindi, costituirsi in un partenariato composto da almeno tre persone giuridiche indipendenti appartenenti ad almeno tre Paesi ammissibili differenti.

Gli interessati al bando europeo saranno affiancati in tutte le fasi della progettazione: dallo sviluppo dell’idea progettuale alla verifica di ammissibilità al Programma, dalla domanda presentazione della domanda di finanziamento alla gestione in fase di attuazione del progetto. È possibile candidare il proprio progetto entro l’8 maggio prossimo attraverso il sistema elettronico previsto dal bando.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>