Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR): cercasi collaboratore di amministrazione

di Martina Commenta

Oggi voglio segnalarvi  questo interessante concorso reperito all’interno del sito del Consiglio Nazionale delle Ricerche e destinato alla ricerca di un collaboratore di amministrazione.

Se volete candidarvi, avete tempo fino al 15 dicembre e fra i requisit richiesti vi è quello di possedere il Diploma di Scuola Superiore ad indirizzo Perito Aziendale.

Dopo il salto, il bando.

Selezione per titoli e colloquio ai sensi dell’art. 10 comma 3 lettera b) del “Disciplinare concernente le assunzioni di personale con contratto di lavoro a tempo determinato”, per l’assunzione ai sensi dell’art. 15 del CCNL del 7 ottobre 1996, di n. 1 unità di personale a tempo parziale 55%, con profilo professionale di, Collaboratore di Amministrazione, VII livello presso l’Istituto di Metodologie Inorganiche e dei Plasmi

Titolo di studio: Diploma di Scuola Media Superiore indirizzo Perito Aziendale

G.U. n. 89 del 14/11/2008

Scadenza 15-12-2008

1 di 13
ISTITUTO DI METODOLOGIE INORGANICHE E DEI PLASMI
Bando di selezione n. IMIP/001/2008 prot. n 0001089 del 04/11/2008
Selezione per titoli e colloquio ai sensi dell’art. 10 comma 3 lettera b) del “Disciplinare concernente le
assunzioni di personale con contratto di lavoro a tempo determinato”, per l’assunzione ai sensi dell’art.
15 del CCNL del 7 ottobre 1996, di n. 1 unità di personale a tempo parziale 55%, con profilo professionale di, Collaboratore di Amministrazione, VII livello presso l’Istituto di Metodologie Inorganiche e dei Plasmi.

IL DIRETTORE
VISTO il D.Lgs 4 giugno 2003, n. 127, recante “Riordino del Consiglio Nazionale delle Ricerche”;
VISTA la Legge 7 agosto 1990, n. 241, recante nuove norme in materia di procedimento amministrativo e
di diritto d’accesso ai documenti amministrativi, e successive modificazioni;
VISTO il CCNL 94/97 del 7 ottobre 1996;
VISTO il D.P.R. 12 febbraio 1991, n. 171;
VISTA la Legge 10 aprile 1991, n. 125, concernente azioni positive per la realizzazione della parità uomo donna nel lavoro;
VISTO il D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487 e successive modificazioni;
VISTA la Legge 12 marzo 1999, n. 68 riguardante norme per il diritto al lavoro dei disabili;
VISTO il D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445 concernente “T.U. delle disposizioni legislative e regolamentari
in materia di documentazione amministrativa”;
VISTO il D.Lgs 30 marzo 2001, n. 165 concernente “Norme generali sull’ordinamento del lavoro alle
dipendenze delle amministrazioni pubbliche” e successive modificazioni;
VISTO il D.Lgs 30 giugno 2003, n. 196, concernente “Codice in materia di protezione dei dati personali”;
VISTO il CCNL del Comparto delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e Sperimentazione, vigente;
VISTO il “Regolamento del personale” emanato con decreto del Presidente del CNR prot. 25035 in data 4
maggio 2005;
VISTO il “Disciplinare concernente le assunzioni di personale con contratto di lavoro a tempo determinato”
approvato dal Consiglio di amministrazione in data 9 novembre 2005;
VISTO il decreto del Presidente del CNR n. 48 del 6 giugno 2006;
ACCERTATA la copertura degli oneri derivanti dall’assunzione sui fondi delle disponibilità finanziarie
provenienti dal Progetto FISR “Sorgente Pulsata Autoamplificata di Radiazione Coerente” finanziato con
Decreto Direttoriale (n. 1834 Ric del 04.12.2002) del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della
Ricerca (MIUR).;
ACQUISITO il parere favorevole del Direttore del Dipartimento Materiali e Dispositivi in data 03/11/2008
prot.n. 0081643
d i s p o n e
Art. 1 – Posizioni da attribuire – Programma di attività
È indetta una selezione pubblica per titoli e colloquio per l’assunzione, con contratto di lavoro a tempo
determinato ai sensi dell’art. 15 del CCNL del 7 ottobre 1996, di n. 1 unità di personale a tempo parziale
55%, con profilo professionale di Collaboratore di Amministrazione, VII° livello presso l’Istituto di Metodologie Inorganiche e dei Plasmi, per lo svolgimento di attività: “supporto al servizio amministrativo-contabile con particolare riferimento alla gestione degli ordini e tenuta delle scritte contabili. Gestione albo fornitori come da norma UNI EN ISO 9001:2000. Gestione inventariale dei beni tramite l’utilizzo di procedure informatizzate. Utilizzo sistema protocollo informatico”.
Art. 2 – Requisiti di ammissione
La partecipazione alla selezione è libera senza limitazioni in ordine alla cittadinanza.
Per l’ammissione alla selezione sono richiesti:
a) Diploma di Scuola Media Superiore indirizzo Perito Aziendale.
Sono altresì ammessi i candidati che abbiano conseguito un titolo di studio all’estero dichiarato “equivalente” dalle competenti autorità scolastiche italiane, o comunque che abbiano ottenuto detto riconoscimento secondo la vigente normativa in materia (art. 38 D.Lgs. n.165/2001 – art.1 D.Lgs. n. 115/1992 – art. 332 Regio Decreto n.1592/1933. È cura del candidato, pena l’esclusione, dimostrare “l’equivalenza” mediante la produzione del provvedimento che la riconosca, ovvero della dichiarazione di aver presentato la richiesta di equivalenza ai sensi delle medesime disposizioni e che sono in corso le relative procedure;
b) documentata esperienza professionale almeno biennale maturata presso Enti Pubblici di Ricerca sui seguenti argomenti:
– gestione e controllo dei documenti contabili ed amministrativi;
– utilizzo procedure contabili informatizzate e protocollo informatico;
– gestione dell’albo fornitori e di tutte le attività riguardanti il supporto all’Ufficio Acquisti;
– conoscenza teorica e pratica delle procedure di acquisto sottosoglia di beni e servizi negli Enti
Pubblici.
c) conoscenza della lingua inglese ed elementi di informatica di base, da valutarsi in sede di colloquio;
d) conoscenza della lingua italiana (solo per i cittadini stranieri), da valutarsi in sede di colloquio.
I requisiti di cui alle lettere a) e b) devono essere posseduti alla data di scadenza del termine per la
presentazione della domanda pena l’esclusione dalla selezione.
Art. 3 – Domande di partecipazione
Le domande di partecipazione, redatte in carta semplice secondo lo schema (allegato A) al bando, devono essere inoltrate all’Istituto di Metodologie Inorganiche e dei Plasmi del CNR, Via Salaria Km 29,300 C.P. 10 – 00015 Monterotondo Stazione (RM), entro il termine perentorio di trenta giorni, decorrente dal giorno successivo a quello di pubblicazione dell’avviso del bando sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana IV Serie Speciale – Concorsi; tale termine, qualora venga a scadere di giorno festivo, si intenderà protratto al primo giorno non festivo immediatamente seguente.
Si considerano prodotte in tempo utile le domande spedite a mezzo raccomandata con ricevuta di ritorno
entro il termine suindicato. A tal fine fa fede il timbro a data dell’Ufficio postale accettante. Non si terrà
conto, comunque, delle domande che perverranno in data successiva all’inizio dei lavori della commissione esaminatrice, anche se inoltrate in tempo utile.
Sulla busta contenente la domanda dovrà essere apposta la dicitura “contiene domanda di partecipazione
al bando di selezione art. 15” n. IMIP/ 001/2008.
Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare sotto la propria personale responsabilità:
a) il cognome ed il nome, la data ed il luogo di nascita;
b) la residenza;
3 di 13
c) la cittadinanza posseduta;
d) se cittadini italiani, il comune nelle cui liste elettorali sono iscritti oppure i motivi della mancata iscrizione o della cancellazione dalle liste medesime; se cittadini stranieri, di godere dei diritti civili e politici nello Stato di appartenenza o di provenienza, ovvero i motivi del mancato godimento;
e) di non aver riportato condanne penali e di non avere procedimenti penali pendenti a proprio carico, ovvero (indicare le eventuali condanne penali riportate nonché i procedimenti penali eventualmente pendenti, precisando gli estremi del provvedimento di condanna o di applicazione dell’amnistia, del condono, dell’indulto o del perdono giudiziale e del titolo del reato);
f) di possedere il titolo di studio richiesto dall’art. 2, lettera a);
g) di possedere i requisiti richiesti dall’art. 2, lettera b);
h) di conoscere la lingua inglese e l’informatica di base;
i) l’eventuale posizione di assegnatario di un contratto a termine del CNR;

j) di non essere stato destituito o dispensato dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente ed insufficiente rendimento e non essere stato dichiarato decaduto da altro impiego statale per aver conseguito l’impiego mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità insanabile, nonché di non essere stato interdetto dai pubblici uffici in base a sentenza passata in giudicato;
k) gli eventuali titoli di riserva ai sensi della Legge n. 68/1999 e dei titoli di precedenza posseduti, nonché quelli di preferenza da far valere a parità di valutazione, previsti dall’art. 5 del D.P.R. n. 487/1994, come modificato dall’art. 5 del D.P.R. 693/1996; dei predetti titoli deve essere fatta espressa menzione pena la non valutazione dei medesimi;
l) di avere l’idoneità fisica all’impiego;
m) l’indirizzo dove si desidera che vengano inviate le comunicazioni inerenti la selezione (in Italia per i cittadini stranieri);
n) per i soli cittadini stranieri: dichiarazione di avere adeguata conoscenza della lingua italiana.
Ogni eventuale variazione di indirizzo deve essere tempestivamente segnalata dal candidato all’Istituto di
Metodologie Inorganiche e dei Plasmi del CNR.
Il Consiglio Nazionale delle Ricerche non assume alcuna responsabilità per il ritardato o mancato recapito
delle proprie comunicazioni ai candidati, che siano da imputare ad inesatta indicazione nella domanda
dell’apposito indirizzo, o alla mancata o tardiva segnalazione di cambiamento di indirizzo medesimo.
La firma in calce alla domanda, da apporre necessariamente in forma autografa, non è soggetta ad
autenticazione.
La domanda deve essere corredata da:
1. “curriculum vitae et studiorum” sottoscritto dal candidato, in quattro copie;
2. titolo di studio richiesto di cui all’art. 2 lettera a);
3. documenti attestanti i requisiti di cui all’art. 2 lettera b), eventuali altri titoli che il candidato ritiene
utile produrre ai fini della valutazione;
4. elenco di tutti i titoli e documenti di cui ai punti 2. e 3. sottoscritto dal candidato, in quattro copie.
I titoli e documenti di cui ai punti 2. e 3. dovranno essere prodotti secondo una delle seguenti modalità:
in originale;
in copia autenticata ai sensi dell’art. 18 del D.P.R. 445/2000;
in copia dichiarata conforme all’originale con dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà resa ai sensi
dell’art. 19 del D.P.R. citato; (allegato B);
4 di 13
mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà ai sensi dell’art. 47, per comprovare tutti gli stati,
le qualità personali e i fatti non espressamente indicati nell’art. 46 del D.P.R. citato (allegato C); tale
dichiarazione dovrà essere redatta in modo analitico e contenere con precisione tutti gli elementi che ne
consentano la valutazione, pena la non considerazione della medesima;
mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione in sostituzione delle certificazioni previste dall’art. 46
del D.P.R. citato (allegato D).
Alle dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà (allegato B e C) dovrà essere allegata la fotocopia di
un documento di riconoscimento.
Tutti i titoli e documenti prodotti in modo difforme alle modalità sopraindicate non saranno valutati.
Le dichiarazioni mendaci o la falsità degli atti, richiamate dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, sono punite ai
sensi del codice penale e delle leggi speciali in materia.
L’Amministrazione si riserva la facoltà di procedere ad idonei controlli sulla veridicità del contenuto delle
dichiarazioni sostitutive e degli atti.
Ai documenti e ai titoli, se redatti in lingua diversa dall’italiano o dall’inglese, deve essere allegata una
traduzione in lingua italiana che deve essere certificata conforme al testo straniero dalla competente
rappresentanza diplomatica o consolare ovvero da un traduttore ufficiale.
Le stesse modalità previste nei commi precedenti per i cittadini italiani si applicano ai cittadini degli stati
membri dell’Unione Europea.
I cittadini stranieri regolarmente soggiornanti in Italia, possono utilizzare le dichiarazioni sostitutive
limitatamente ai casi in cui si tratti di comprovare il possesso di titoli tra quelli sopra elencati certificabili
o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani, ovvero nei casi in cui la produzione delle dichiarazioni
stesse avvenga in applicazione di convenzioni internazionali tra l’Italia e il Paese di provenienza del
dichiarante.
I certificati attestanti i titoli rilasciati dalle competenti autorità dello Stato di cui lo straniero è cittadino
devono essere conformi alle disposizioni vigenti nello Stato stesso e devono altresì essere legalizzati dalle
competenti autorità consolari italiane.
I diversamente abili devono, altresì, specificare nella domanda di partecipazione di quale ausilio ed
eventuali tempi aggiuntivi necessitino per lo svolgimento del colloquio.
Art. 4 – Esclusione d’ufficio
Costituiscono motivi d’esclusione d’ufficio:
– l’inoltro della domanda oltre i termini di cui all’art. 3;
– la mancata sottoscrizione della domanda, in forma autografa;
– il mancato possesso del titolo di studio richiesto di cui all’art. 2 lettera a);
– la mancanza dei dati richiesti all’art. 3, in particolare le lettere d) e j).
I candidati sono ammessi alla selezione con riserva. Il Responsabile del procedimento può disporre in
qualunque momento l’esclusione dalla selezione per difetto dei requisiti prescritti. Qualora i motivi che
determinano l’esclusione siano accertati dopo l’espletamento della selezione il predetto Responsabile
dispone la decadenza da ogni diritto conseguente alla partecipazione alla selezione stessa; sarà
ugualmente disposta la decadenza dei candidati di cui risulti non veritiera una delle dichiarazioni previste
nella domanda di partecipazione alla selezione o delle dichiarazioni rese ai sensi del D.P.R. 445/2000.
5 di 13
Art. 5 – Responsabile del procedimento
Il Responsabile, nominato ai sensi dell’art. 13 del “Disciplinare concernente le assunzioni di personale con
contratto di lavoro a tempo determinato”, è il Dr. Ettore Fainelli , Primo Ricercatore in servizio presso
l’Istituto di Metodologie Inorganiche e dei Plasmi del CNR.
Art. 6 – Commissione esaminatrice
La Commissione esaminatrice, nominata dal Direttore dell’Istituto di Metodologie Inorganiche e dei Plasmi del CNR, è composta da tre esperti secondo le disposizioni di cui agli artt. 5 e 10 del “Disciplinare concernente le assunzioni di personale con contratto di lavoro a tempo determinato”.
La Commissione esaminatrice deve concludere i lavori entro tre mesi dalla data della prima riunione.
Il provvedimento di nomina della Commissione è pubblicato sul sito Internet del CNR: www.urp.cnr.it
Art. 7 – Titoli e colloquio
La Commissione adotta preliminarmente i criteri di valutazione prima di aver preso visione della
documentazione presentata dai candidati.
Per la valutazione dei titoli e del colloquio, la Commissione esaminatrice dispone complessivamente di
punti 90, così ripartiti:
a) titoli punti 30;
b) colloquio punti 60.
Al colloquio sono ammessi i candidati che abbiano riportato, nell’esame dei titoli, un punteggio non
inferiore a 21/30.
I candidati che hanno presentato domanda di partecipazione alla selezione nei termini e con le modalità di cui all’art.3 e non hanno ricevuto comunicazione di esclusione dalla selezione, sono tenuti a presentarsi presso l’Istituto di Metodologie Inorganiche e dei Plasmi, Area della Ricerca di Roma 1, via salaria km 29,300, Monterotondo Stazione (RM) il giorno 23/12/2008 alle ore 10:00 onde sostenere la prova orale salvo diversa indicazione che verrà comunicata con telegramma.
I candidati dovranno presentarsi muniti di un valido documento di riconoscimento.
Il colloquio, atto a verificare il possesso dei requisiti attitudinali e professionali richiesti in relazione alla
posizione da ricoprire, verterà sulle attività e/o esperienze professionali di cui all’art.2 lettera b), nonché
sulle conoscenze di cui all’art. 2 lettera c).
Per i candidati non di madrelingua italiana, il colloquio tenderà anche all’accertamento della conoscenza
della lingua italiana.
Per il superamento del colloquio il candidato dovrà ottenere un punteggio non inferiore a 42/60 ed un
giudizio almeno sufficiente in ordine alla conoscenza della lingua inglese e dell’informatica; per i candidati
non di madrelingua italiana anche un giudizio almeno sufficiente in ordine alla conoscenza della lingua
italiana.
Al termine della seduta relativa al colloquio la Commissione esaminatrice forma l’elenco dei candidati con
l’indicazione della votazione da ciascuno riportata in tale prova, elenco che, sottoscritto dal Presidente e
dal Segretario della commissione, è affisso nel medesimo giorno all’albo della sede di esame.
6 di 13
Art. 8 – Regolarità degli atti – Approvazione graduatoria nomina vincitore/i
Al termine dei lavori la Commissione forma la graduatoria di merito.
Il Direttore approva la graduatoria di merito e nomina il/i vincitore/i previa verifica della regolarità del
procedimento effettuata dal Responsabile del procedimento.
Nel caso in cui riscontri vizi di forma, il Responsabile del procedimento, rinvia con provvedimento
motivato gli atti alla Commissione per la regolarizzazione, stabilendone un termine.
La graduatoria è pubblicata sul sito Internet del CNR: www.urp.cnr.it.
Art. 9 – Titoli di precedenza e preferenza
I candidati che abbiano superato il colloquio e che intendono far valere i titoli di precedenza, o di
preferenza a parità di merito, devono far pervenire al Responsabile del procedimento di cui all’art. 5 del
presente bando entro il termine perentorio di quindici giorni, decorrenti dal giorno successivo a quello in
cui hanno sostenuto la suddetta prova, i documenti in carta semplice attestanti il possesso dei titoli di
precedenza, o di preferenza a parità di merito, già indicati nella domanda, dai quali risulti altresì il
possesso del requisito alla data di scadenza del termine utile per la presentazione della domanda di
partecipazione alla selezione. I documenti si considerano prodotti in tempo utile se spediti a mezzo
raccomandata con avviso di ricevimento entro il termine suddetto.
È tuttavia, facoltà dell’interessato allegare alla domanda, in luogo dei sopraelencati documenti
un’autocertificazione ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. n. 445/2000 o una dichiarazione sostitutiva dell’atto
di notorietà ai sensi dell’art. 47 del medesimo D.P.R.
Art. 10 – Durata del contratto
Il contratto individuale di lavoro a tempo determinato, stipulato ai sensi dell’art. 15 del CCNL 7 ottobre
1996, avrà durata di dodici (12) mesi.
Tale contratto potrà essere prorogato di anno in anno, fino ad un massimo di cinque anni, qualora
permangano le esigenze per lo svolgimento delle attività per il quale è bandita la selezione.
Al dipendente con contratto di lavoro a tempo determinato viene corrisposto il trattamento economico
iniziale del vigente CCNL del Comparto del personale delle Istituzioni e degli Enti di Ricerca e
Sperimentazione, corrispondente a quello previsto per il personale del CNR appartenente al profilo e livello
per il quale è bandita la selezione; lo stesso dovrà prestare servizio di prova per la durata prevista dalle
vigenti norme contrattuali.
Art. 11 – Restituzione dei titoli
I candidati possono richiedere alla Struttura interessata, entro sei mesi dalla pubblicazione della
graduatoria, la restituzione, salvo contenzioso in atto, dei soli titoli in originale presentati ai fini della
selezione, con spese a loro carico, mediante posta ordinaria con contrassegno; trascorso tale termine la
Struttura non è più responsabile della conservazione e restituzione della documentazione.
Art. 12 – Trattamento dei dati personali
Ai sensi del D.Lgs 30 giugno 2003, n. 196, i dati personali forniti dai candidati sono raccolti presso la
Struttura interessata, per le finalità di gestione della selezione.
7 di 13
I medesimi dati saranno comunicati e trattati in una banca dati della Direzione Centrale Supporto alla
Gestione delle Risorse del Consiglio Nazionale delle Ricerche, per la gestione del rapporto di lavoro.
L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del citato decreto legislativo.
I Responsabili del trattamento dei dati sono i responsabili dei procedimenti ognuno per quanto di propria
competenza.
Art. 13 – Pubblicità
L’avviso del presente bando di selezione è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana – IV
Serie Speciale – Concorsi ed esami e sul sito Internet del CNR: www.urp.cnr.it.
IL DIRETTORE
(Dr. Lorenzo Avaldi)
8 di 13
(Allegato A)
Al………………………..
Indirizzo…………..
Città……………
Bando di selezione n………..…….
…l….sottoscritt………………………………………………………………..…..…………(1)
nat..……a………………………………………..………il.………………………………..…..residente……..a…………………………….
prov………..indirizzo…………………………………………………………………………………..CAP……………tel…………….………
chiede di essere ammess… a partecipare alla selezione per l’assunzione, con contratto di lavoro a tempo determinato di….unità di personale con profilo professionale di…………………………….. presso
……………….…………………………………………
A tal fine, ai sensi dell’art. 46 del D.P.R. 445/2000 e consapevole della responsabilità penale prevista dall’art. 76 del medesimo D.P.R., per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate, dichiara:
• di essere nat…. in data e luogo sopra riportati;
• di essere residente nel luogo sopra riportato;
• di essere cittadino……………………………………………………………………..(2);
• di essere iscritt…..nelle liste elettorali del comune di …………………………….….(3);
• di non avere riportato condanne penali (4);
• di essere in possesso del titolo di studio………………………………………………..… conseguito il …………….
presso ………………………richiesto dall’art. 2, lettera a);
• di essere in possesso dei requisiti di cui all’art. 2 lettera b);
• di conoscere la lingua inglese e l’informatica di base;
• di non prestare servizio presso il CNR con rapporto di lavoro a tempo determinato, (in caso contrario specificare: i periodi lavorativi; l’unità presso la quale è stata o è svolta l’attività);
• di non essere stato destituito dall’impiego presso una Pubblica Amministrazione per persistente insufficiente rendimento, né di essere stato dichiarato decaduto da un impiego statale, ai sensi dell’art. 127 lettera d) del D.P.R. 10.01.1957, n. 3;
• di essere in possesso dei seguenti titoli di riserva ai sensi della Legge 68/1999, o dei titoli di precedenza, o di preferenza a parità di merito, previsti dal D.P.R. 487/1994 e successive modificazioni;
• di avere l’idoneità fisica all’impiego;
• che l’indirizzo presso il quale desidera che vengano inviate le comunicazioni è quello in calce alla domanda (in Italia per i cittadini stranieri)
I candidati di cittadinanza diversa da quella italiana devono dichiarare inoltre:
• di avere adeguata conoscenza della lingua italiana.
Per i diversamente abili (si intendono diversamente abili solo i soggetti riconosciuti tali a seguito di
accertamenti effettuati dalle Aziende Sanitarie Locali mediante le Commissioni mediche di cui all’art. 4 della Legge n. 104/1992):
dichiara di essere diversamente abile ai sensi della Legge 104/92 e di aver necessità dei seguenti ausili:
…………………………………………….………………………………….
ovvero dei seguenti tempi aggiuntivi: ………………………………………….in sede d’esame, in relazione allo
specifico handicap: ………………………………..……….………….
9 di 13
..l…. sottoscritt…. esprime il proprio consenso affinché i dati personali forniti possano essere
trattati, nel rispetto del D.Lgs 196/2003, per gli adempimenti connessi alla presente procedura.
…l…. sottoscritt…. allega alla presente domanda la seguente documentazione, debitamente certificata:
1.“curriculum vitae et studiorum” sottoscritto dal candidato, in quattro copie;
2. titolo/i di studio, altri titoli;
3. documenti attestanti l’esperienza/conoscenza/competenza acquisita dal candidato, richiesta all’art. 2 lettera b);
4. elenco, di tutti i titoli e documenti presentati, sottoscritto dal candidato, in quattro copie.
…..l.. sottoscritt… chiede che ogni comunicazione relativa alla presente selezione venga inviata
all’indirizzo sottoindicato, impegnandosi a comunicare le eventuali variazioni successive e riconoscendo che la Struttura interessata del Consiglio Nazionale delle Ricerche non assume alcuna responsabilità in caso di irreperibilità del destinatario:
Indirizzo ………………………………………………………………………………………
(comprensivo del CAP)
Telefono……………………………
Data
Firma
………………………………..
(1) Cognome e nome in stampatello se la domanda non è dattiloscritta.
(2) Indicare la nazionalità di appartenenza.
(3) Coloro che non risultano iscritti nelle liste elettorali dovranno indicare i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle liste stesse. Se cittadini stranieri, di godere dei diritti civili e politici dello Stato di appartenenza o di provenienza, ovvero i motivi di mancato godimento.
(4) In caso contrario indicare le eventuali condanne penali riportate, gli estremi delle relative sentenze (anche nei casi in cui sia stata concessa la non menzione nei certificati rilasciati dal casellario giudiziale a richiesta di privati ovvero siano intervenuti amnistia, indulto, grazia, perdono giudiziale o riabilitazione) e i procedimenti penali eventualmente pendenti.
(5) Qualora il periodo di residenza sia inferiore ad un anno, indicare anche la precedente residenza.
Per informazioni rivolgersi alla segreteria dell’Istituto di Metodologie Inorganiche e dei Plasmi
10 di 13
(allegato B)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETÀ
(artt. 19 – 47 del D.P.R. 445/2000)
Il/la sottoscritto/a _____________________________________________________________________
(cognome) (nome)
nat.. a_________________________________ (_____) il_____________________________________
(Iuogo) (prov.) (data)
residente a_________________________ (____) in ____________________________________n.____
(Iuogo) (prov.) (indirizzo)
consapevole della responsabilità penale prevista, dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, per le ipotesi di
falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate
D I C H I A R A
Che le copie dei documenti in allegato alla presente dichiarazione e che vengono di seguito elencati (*) sono copie conformi agli originali
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
Data ………………
FIRMA(**)
_______________________
(*) N.B. ogni documento indicato nella presente dichiarazione deve essere identificato correttamente con
i singoli elementi di riferimento (esempio: data certa, protocollo / titolo pubblicazione, ecc.)
(**)datare e firmare tutte le pagine che compongono la dichiarazione
Ai sensi dell’art.38 del D.P.R. 445/2000: alla dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà il sottoscrittore
deve allegare fotocopia di un proprio documento di riconoscimento in corso di validità.
11 di 13
(allegato C)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETÀ
(art. 47 del D.P.R. 445/2000)
Il/la sottoscritto/a _____________________________________________________________________
(cognome) (nome)
nat.. a_________________________________ (_____) il_____________________________________
(Iuogo) (prov.) (data)
residente a________________________ (____) in _____________________________________n.____
(Iuogo) (prov.) (indirizzo)
consapevole della responsabilità penale prevista, dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate
D I C H I A R A
(La dichiarazione deve essere redatta in modo analitico e contenere tutti gli elementi che ne consentano la valutazione)
PER COMPROVARE TUTTI GLI STATI, LE QUALITA’ PERSONALI ED I FATTI NON ESPRESSAMENTE
INDICATI NELL’ART.46
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
Data ………………
FIRMA(*)
_______________________
(*) datare e firmare tutte le pagine che compongono la dichiarazione
Ai sensi dell’art.38 del D.P.R. 445/2000: alla dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà il sottoscrittore
deve allegare fotocopia di un proprio documento di riconoscimento in corso di validità.
12 di 13
(allegato D)
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
(art. 46 del DPR 445/2000)
Il/la sottoscritto/a _____________________________________________________________________
(cognome) (nome)
nat.. a_________________________________ (_____) il_____________________________________
(Iuogo) (prov.) (data)
residente a________________________ (____) in _____________________________________n.____
(Iuogo) (prov.) (indirizzo)
consapevole della responsabilità penale prevista, dall’art. 76 del D.P.R. 445/2000, per le ipotesi di falsità in atti e dichiarazioni mendaci ivi indicate
D I C H I A R A(*) IN SOSTITUZIONE DELLE CERTIFICAZIONI PREVISTE DALL’ART.46 (nascita, residenza, titolo di studio
ecc) _______________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
____________________________________________________________________________________
Data ………………
FIRMA(**)
_______________________
(*) Il dichiarante si impegna a comunicare tempestivamente al CNR eventuali variazioni inerenti ai dati sopra indicati.
(**) datare e firmare tutte le pagine che compongono la dichiarazione
13 di 13
N.B.
1. Trattamento dei dati personali.
Ai sensi del D.Lgs 30/6/2003 n. 196 i dati personali forniti dal dichiarante sono trattati
esclusivamente ai fini del presente procedimento. L’interessato gode dei diritti di cui al D.Lgs
citato, che può far valere nei confronti del CNR.
2. La normativa sulle dichiarazioni sostitutive si applica ai cittadini italiani e dell’Unione Europea.
I cittadini di Stati non appartenenti all’Unione, regolarmente soggiornanti in Italia, possono utilizzare le dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47 del D.P.R. 445 del 28.12.2000 limitatamente agli stati, alla qualità personali e ai fatti certificabili o attestabili da parte di soggetti pubblici italiani, fatte salve le speciali disposizioni contenute nelle leggi e nei regolamenti concernenti la disciplina dell’immigrazione e la condizione dello straniero.
Al di fuori dei casi sopradetti, i cittadini di Stati non appartenenti all’Unione autorizzati a soggiornare nel territorio dello Stato possono utilizzare le dichiarazioni sostitutive nei casi in cui la produzione delle stesse avvenga in applicazione di convenzioni internazionali fra l’Italia e il Paese di provenienza del dichiarante.
Il CNR si riserva di effettuare il controllo ai sensi dell’art. 71 e per gli effetti degli artt. 75 e 76 del D.P.R. 445 del 28/12/2000, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive sottoscritte e prodotte dagli interessati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>