Contributi imprese, sovvenzioni per i lavoratori dell’hi-tech

di Redazione Commenta

Ci sono circa due mesi di tempo per presentare domande di accesso ai contributi stanziati dal nuovo bando dell’assessorato all’Innovazione della Provincia autonoma di Bolzano, destinato a sovvenzionare imprese e lavoratori che desiderino supportare processi di realizzazione di progetti di ricerca industriale, di sviluppo sperimentale e di innovazione di processo o di organizzazione.

Il bando si rivolge – così come la stragrande maggioranza dei contributi imprenditoriali di questa categoria – alle piccole e alle medie imprese con una unità produttiva o di ricerca all’interno del territorio della provincia autonoma di Bolzano. Niente tuttavia esclude – all’interno dei contenuti del bando – che a divenire potenziali beneficiari del bando siano anche le grandi imprese, sebbene ci sembra che il destinatario naturale di questo intervento sia l’ambito delle piccole e medie attività imprenditoriali ad alto tasso di innovazione.

Di fatti, le grandi imprese potranno beneficiare del contributo solamente se collaborano con almeno una piccola o media impresa, potendo in tal modo alleviare i pregiudizi che soffrirebbero i lavoratori delle attività imprenditoriali più piccole nelle ipotesi in cui fosse la grande imprese ad assorbire la maggior parte dei contributi. Per evitare inoltre sbilanciamenti nel sostenimento dei costi, o lo sfruttamento della piccola o media impresa come strumento per arrivare al finanziamento, è previsto che la pmi partecipi almeno 30% di tutti i costi del progetto.

A proposito di progetti, la legge quadro provinciale 14 del 2006 prevede che questi riguardino le tecnologie collegate alla sostenibilità ambientale, all’informatica, alle tlc, alle nanotecnologie e ai nuovi materiali, con una attenzione più specifica riguardo ai settori tradizionali dell’economia altoatesina.

Per maggiori informazioni su tale bando, il cui budget complessivo è pari a 3,8 milioni di euro, è possibile prendere visione della sezione dedicata sul sito della provincia, all’indirizzo www.provincia.bz.it/innovazione, dove sarà possibile reperire tutto il materiale utile per la partecipazione (con scadenza 15 dicembre 2011).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>