Incentivi assunzione donne: sconti INPS e contributi statali entro marzo

di Anna Carbone 1

Tra le novità più interessanti della Riforma del Lavoro, Legge 92/2012, ricordiamo le misure finalizzate ad incentivare le assunzioni delle donne, tra le quali sconti sui contributi INPS e contributi statali, per i quali però è necessario stipulare, entro il 31 marzo 2013, contratti a tempo indeterminato ex novo o come trasformazione del determinato.

Per le donne, infatti, sono stati introdotti gli sconti sui contributi INPS sul costo del lavoro per le aziende che assumono ed il Fondo straordinario per l’occupazione femminile e giovanile, che eroga contributi statali fino a 12mila euro per ciascun lavoratore assunto con contratto stabile. Gli sconti contributivi istituiti dalla Riforma Fornero, invece, spettano anche in caso di contratti a termine e per assunzioni a tempo indeterminato per donne di ogni età. Lo sconto sui contributi INPS a carico del datore di lavoro è pari al 50% per i primi 12 o 18 mesi, a seconda dei casi.

Possono beneficiare dei contributi statali le aziende che assumono donne che si trovino nelle seguenti condizioni: mancanza di impiego retribuito da almeno 6 mesi e residenza nelle Regioni ammissibili ai finanziamenti dei fondi strutturali UE e nelle aree di cui all’art. 2, punto 18, lettera e) del regolamento800/2008 della Commissione Europea, individuate annualmente con decreto interministeriale (Lavoro ed Economia); mancanza di impiego da almeno 24 mesi, indipendentemente dalla residenza. Nel primo caso il limite massimo per la fruizione del beneficio fiscale è fissato a 12 mesi, nel secondo a 18 mesi.

Alle imprese verrà corrisposto un contributo statale pari a 12mila euro per ciascun lavoratore assunto a tempo indeterminato, e 3mila euro in caso di contratti a tempo determinato (4 mila se il contratto a tempo determinato supera i 18 mesi; 6 mila se supera i 24 mesi). In entrambi i casi ciascun datore di lavoro può stipulare 10 contratti al massimo e le assunzioni dovranno avvenire entro il 31 marzo 2013.

La domanda di ammissione ai contributi statali dovrà essere inviata per via telematica all’INPS, compilando il modulo DON-GIOV e utilizzando l’applicazione “DiResCo – Dichiarazioni di Responsabilità del Contribuente” resa disponibile dall’Istituto (percorso: “servizi on line”, “per tipologia di utente”, “aziende, consulenti e professionisti”, “servizi per le aziende e consulenti” (autenticazione con codice fiscale e PIN), “dichiarazioni di responsabilità del contribuente”). Il sistema rilascerà una ricevuta che attesterà l’ordine cronologico con il quale perverranno le istanze.

Per maggiori informazioni vai alla circolare INPS e relativi allegati.

APPROFONDIMENTI
*Occupazione: incentivi statali assunzione giovanile e femminile
*Nuovi incentivi statali per occupazione giovanile e femminile
*Incentivi assunzione giovanile e femminile entro il 31 marzo 2013

Commenti (1)

  1. Ancora oggi, una domanda effettuata a ottobre per una stabilizzazione del contratto, non abbiamo ricevuto un riscontro ne positivo e ne negativo della domanda.

    Da Gennaio sul portale INPS risulta che i fondi sono terminati..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>