Inpgi, adempimenti contributivi per iscritti alla gestione separata

di Redazione Commenta

L’Inpgi, attraverso la circolare del 2 settembre 2011 n. 7, ricorda che gli iscritti alla Gestione Separata INPGI che ricoprono cariche di Amministratore Locale, ex articolo 81 e 86 del Decreto 267/2000, devono rispettare tutti gli adempimenti contributivi decisi dall’ente previdenziale di categoria.

La nuova circolare arriva in prossimità della scadenza a annuale del contributo dovuto per legge alla cassa previdenziale di appartenenza.

In effetti, così come scritto all’articolo 86, comma 2, del decreto 18 agosto 2000 n. 267 e successive modificazioni ed integrazioni ed il relativo decreto attuativo (DM 25 maggio 2001, Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 14 giugno 2001, n. 136) prevede che per i lavoratori non dipendenti che rivestono la carica di sindaci, di presidenti di provincia, di presidenti di comunità montane, di unioni di comuni e di consorzi fra enti locali, di assessori provinciali e di assessori dei comuni con popolazione superiore a 10.000 abitanti, di presidenti dei consigli dei comuni con popolazione superiore a 50.000 abitanti, di presidenti dei consigli provinciali, di presidenti dei consigli circoscrizionali nei casi in cui il comune abbia attuato nei loro confronti un effettivo decentramento di funzioni e di presidenti delle aziende anche consortili fino all’approvazione della riforma in materia di servizi pubblici locali, gli enti locali versano quote forfetarie annuali, da pagare mensilmente, a favore delle forme pensionistiche presso le quali i predetti soggetti erano iscritti o continuano ad essere iscritti alla data di conferimento del mandato.

L’Inpgi ricorda che la scadenza dei versamenti è fissata per il 30 settembre 2011 e l’anzianità professionale utile alla determinazione dell’eventuale contributo ridotto mdeve essere valutata alla data del 30 settembre 2011, prendendo a riferimento la data di iscrizione all’Albo professionale (elenco professionisti, registro praticanti e/o elenco pubblicisti).

Non solo, l’ente previdenziale ricorda che per consentire una corretta valutazione dei versamenti è necessario che nella causale del bonifico siano indicati i seguenti dati del giornalista, ovvero “2011 – Nome e Cognome – data di nascita – Dlgs 267/2000”.

In ogni caso, al fine di evitare disguidi, si chiede di inviare – anche a mezzo fax 068578264 – una comunicazione di avvenuto versamento, con i dati identificativi del giornalista interessato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>