La gestione del rischio nel trading online

di Redazione Commenta

Avete mai sentito parlare di gestione del rischio nel trading online? Se la risposta è no, vi conviene correre ai ripari, considerato che una buona sessione di risk management potrebbe mettervi al riparo da sgradite conseguenze nelle vostre attività di investimento finanziario. Ma che cosa si intende per gestione del rischio? E quali sono le caratteristiche del risk management?

Cos’è la gestione del rischio?

Le opportunità di profitto che un trader incontra nelle sue attività di investimento sono sempre connesse a rischi comparabili. La gestione del rischio sul Forex può essere dunque vista come una sorta di accrescimento della propria consapevolezza finanziaria, utilizzabile per poter mantenere il più basse possibili le proprie perdite nel trading e per poter – di contro – aumentare il potenziale guadagno.

Ora, è anche bene rammentare come la gestione del rischio di trading Forex si basi su diversi importanti elementi, e come nessuno di questi sia sottovalutabili. Si inizia di solito con il riconoscere i rischi sul Forex, analizzare e valutare tali rischi, trovare soluzioni per ridurre gli stessi rischi e gestire e applicare coerentemente tali soluzioni. Valutare il mercato è dunque un punto focale prioritario sia per i trader “nuovi” che per quelli esperti: e una volta valutato il mercato e deciso il proprio corretto posizionamento, si dovrà ponderare il tutto con una necessaria (ribadiamo: necessaria!) gestione del rischio.

Effetto leva

Uno dei motivi principali per cui moltissimi trader scelgono di negoziare Forex e CFD è l’accesso alla leva finanziaria. Ma perché? È semplice: la leva offre un requisito di margine ridotto rispetto ad un investimento tradizionale, e dunque l’investitore sarà indotto a impegnare meno capitale, per poter potenzialmente guadagnare di più. Ma ricordate: se il mercato non reagisce così come avete previsto, andrete incontro a gravissimi rischi finanziari.

Se quanto sopra è chiaro, dovrebbe altresì esserlo che maggiore è la leva, e più velocemente otterrete profitti o perdite. Se perderete più dello stimato, ciò potrebbe essere dovuto a un eccessivo sfruttamento della leva finanziaria. O, se preferite, che avete scelto un livello di leva finanziaria con un rischio troppo elevato per la vostra gestione finanziaria. Dunque, anche se il trading con investimenti minori è un’opzione interessante per evitare un eccessivo sfruttamento del capitale impegnato nel trading online, è anche vero che può tramutarsi in una pericolosissima arma a doppio taglio: insomma, selezionate attentamente la leva in base al volume del proprio account!

Valutazione di mercato imprecisa

Il trading su Forex e CFD è soggetto a movimenti di mercato improvvisi e in ogni direzione. E, peraltro, inizia sempre in svantaggio: lo spread (cioè la differenza tra il prezzo di offerta e il prezzo di domanda) viene infatti detratto all’apertura dell’ordine, con la conseguenza di farvi partire “indietro” rispetto all’effettiva linea di partenza.

Con queste basi introduttive bene a mente, non c’è da meravigliarsi che la valutazione del mercato sia ben difficile da farsi e, anche in caso di corretta valutazione, a volte si perderà comunque profitto. Tuttavia, anche se non riuscirete a controllare profitti e perdite, almeno potreste essere in grado di controllare quanto si perde, attraverso l’impostazione di un meccanismo di stop loss al livello finale in cui si è disposti ad accettare la perdita. Tuttavia, tenete anche presente che l’impostazione di uno stop loss in modo troppo ristretto potrebbe portare alla chiusura della vostra posizione con un minimo movimento di mercato. Ricordate insomma che non tutti gli scambi si concluderanno con un profitto, e che sarebbe opportuno impostare uno stop loss sul livello massimo di perdita desiderabile.

Sempre in merito alla corretta valutazione, condividiamo in conclusione come il mercato sia costantemente influenzato da notizie, opinioni, tendenze e decisioni politiche. Pensate al caso in cui una banca centrale annuncia una decisione importante sui tassi di interesse, o al rischio che un operatore di mercato professionale possa impiegare fondi di grandi dimensioni per cercare di influenzare il corso di un determinato asset. Sapete come reagire? Anche se state prestando attenzione al mercato, infatti, non è umanamente possibile conoscere ogni cambiamento prima che accada. Meglio pertanto prevedere ogni scenario e, soprattutto, tutelarsi mediante la fissazione di stop loss e take profit che possano orientare gli esiti delle vostre posizioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>