Polizia di Stato, ecco il nuovo concorso per 110 posti di lavoro

di Gio Tuzzi Commenta

Interessante bando di concorso che è stato pubblicato da parte del Ministero dell’Interno. Si tratta di una novità che riguarda l’assunzione di 110 posti di lavoro. La figura che viene ricercata è quella di vice ispettori tecnici nel settore servizio sanitario della Polizia di Stato.

Si tratta di una selezione molto importante, che coinvolge chiaramente anche differenti profili professionali. Cominciamo mettendo in evidenza un aspetto molto importante, ovvero quello della data di scadenza del bando, che deve essere rispettata per inviare la domanda di partecipazione in tempo utile.

Il bando di concorso prevede, quindi, l’assunzione di 96 posti nel profilo professionale di infermiere e 4 posti nel profilo professionale legato alla prevenzione sui luoghi di lavoro. Non solo, dal momento che ci sono in palio anche 5 posti nel profilo professionale della riabilitazione motoria, 2 posti nel profilo professionale di laboratorio analisi e un posto rispettivamente nel profilo professionale di radiologia medica, audiometria e neurofisiopatologia.

È importante anche considerare un altro aspetto: all’interno del bando di concorso si parla della presenza di altri 18 posti che sono riservati al personale in servizio in un ruolo ben preciso, ovvero quello di sovrintendenti tecnici, a patto che abbiano dei requisiti ben precisi.

In questo secondo caso, la suddivisione dei posti di lavoro ricercati è la seguente: 16 posti come infermiere, un posto nel campo della prevenzione sui luoghi di lavoro e un posto nel settore della riabilitazione motoria.

Dando invece uno sguardo ai vari requisiti generali che ne è necessario rispettare per poter semplicemente accedere al concorso, troviamo tra gli altri la cittadinanza italiana, il fatto di avere le qualità di condotta previste dall’articolo 26 della legge 53 del 1989, il godimento dei diritti civili e politici e avere un’età inferiore a 28 anni.

Per quanto concerne i requisiti specifici, invece, bisogna sottolineare il fatto di avere una laurea, chiaramente poi adeguata in relazione al profilo professionale per cui si ha intenzione di inviare la propria domanda di partecipazione.

Tutti quei candidati che riusciranno a vincere il concorso riceveranno la nomina di allievi vice ispettori tecnici e potranno cominciare a prendere parte al corso di formazione. Ricordiamo come la presentazione della domanda possa avvenire solo tramite percorso telematico, con la possibilità di eseguire l’accesso all’apposita procedura solo dietro l’uso di credenziali SPID oppure CIE.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>