In arrivo la seconda edizione dell’iniziativa “Imprese per la sicurezza”

di Redazione Commenta

L’iniziativa mira a intensificare le politiche di prevenzione in materia di salute e prevenzione degli infortuni nei luoghi di lavoro ed è promossa da Inail e Confindustria, con la collaborazione tecnica di Apqi (dell’Associazione Premio Qualità Italia) e Accredia (ente italiano di accreditamento).

Le buone pratiche rappresentano gli obiettivi primari dell’intero sistema di prevenzione nei luoghi di lavoro visto che l’impegno del nostro Ente di riferimento, l’INAIL , prosegue sull’iniziativa di

Valorizzare le migliori pratiche sulla sicurezza realizzate dal sistema produttivo italiano, premiando le imprese che si distinguono per l’impegno concreto nel miglioramento dei livelli di sicurezza dei propri lavoratori

Il programma di lavoro. “Imprese per la sicurezza”, sta ala base del concorso promosso da Inail e Confindustria giunto alla seconda edizione e aperto a tutte le aziende che producono beni e servizi in Italia, anche non iscritte a Confindustria.

L’INAIL intende così riconoscere il ruolo dell’impresa per tipologia di rischio e numero di dipendenti. Il premio si basa su onorificenze simboliche che saranno assegnate a categorie di aziende distinte per tipologia di rischio (alto o medio-basso) e per dimensione (numero di dipendenti minore o uguale a 50, compreso tra 51 e 250 e oltre 250).

Non solo, l’INAIL prevede anche di concedere delle menzioni speciali per le aziende che hanno sviluppato progetti specifici e innovativi, per esempio in tema di formazione/informazione dei lavoratori e di gestione di appalti e subappalti. Le imprese che intendono aderire all’iniziativa possono farlo entro il 22 marzo attraverso l’apposita sezione aperta sul sito di Confindustria, dove sono disponibili il regolamento del concorso e il modulo di registrazione.

Attraverso il questionario online è possibile ottenere un check-up approfondito sulla propria situazione in materia di sicurezza: uno strumento che permette di porre in evidenza la singola situazione e per, eventualmente, correggere le anomalie.

Al concorso possono partecipare tutte le aziende in regola con gli obblighi contributivi, non soggette a liquidazione volontaria o ad altra procedura concorsuale e non condannate penalmente, né con procedimenti penali in corso, per inosservanza delle norme in materia di salute e sicurezza.

Ricordiamo che la cerimonia di premiazione avverrà in ottobre, in concomitanza con la Settimana europea per la salute e la sicurezza sul lavoro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>