Università di Catania: 47 assegni per la ricerca

di Redazione Commenta

Il Concorso scelto per voi da Gazzetta del Lavoro riguarda l’Università degli Studi di Catania.

Nello specifico vi riportiamo il bando per il conferimento di 47 assegni per la ricerca per le facoltà di: Agraria, Farmacia, Ingegneria, Lettere e Filosofia, Medicina e Chrurgia, Scienze della Formazione, Scienze MM.FF.NN., Scienze Politiche.

La scadenza del bando è fissata al 29 gennaio 2009.

U N I V E R S I T À  D E G L I  S T U  D I  DI  C A T A N I A

——————————————-
Pubbliche selezioni, per titoli e colloquio, per il conferimento di assegni per la collaborazione alla ricerca.

IL RETTORE

-Vista la Legge 9 maggio 1989, n.168;

-Vista la Legge 7 agosto 1990, n.241 e successive modificazioni ed integrazioni;

-Visto il Decreto Legislativo 3 febbraio 1993, n.29 e successive modificazioni ed integrazioni;

-Vista la Legge 15 maggio 1997, n.127;

-Visto lo Statuto dell’Università degli Studi di Catania, emanato con D.R. del 6 maggio 1996, n.1885;

-Visto il Regolamento Generale di Ateneo, emanato con D.R. del 24 ottobre 1996, n.4455;

-Vista la Legge 27 dicembre 1997, n.449, recante: “Misure per la stabilizzazione della finanza pubblica”, ed in particolare il punto 6 dell’art.51;

-Visto il Regolamento per il conferimento di assegni di ricerca, emanato con D.R. dell’ 8 marzo 2000, n.929;

-Visto il D.R. del 17 luglio 2006, n. 4812, di modifica del sopra citato Regolamento;

-Vista la Legge 4 gennaio 1968, n.15;

-Visto il D.P.R. 20 ottobre 1998, n.403;

-Visto il D.M. dell’11 febbraio 1998, registrato alla Corte dei Conti il 17.3.1998, reg.1, foglio 26, con il quale sono stati determinati gli importi degli assegni per la collaborazione ad attività di ricerca previsti dalla predetta legge 27.12.1997, n.449 e sono stati, altresì, dettati i criteri per la valutazione comparativa per il conferimento degli stessi;

-Vista la nota esplicativa del Ministero dell’Università e della Ricerca Scientifica e Tecnologica del 12 marzo 1998, prot. n.523, sui rapporti contrattuali per lo svolgimento di attività di ricerca;

-Vista la risoluzione del Ministero delle finanze n. 17 del 17 febbraio 2000, prot.n.2000/30703, relativa al quesito posto dal MURST sull’esenzione IRAP per gli assegni di ricerca;

-Viste le deliberazioni del Senato Accademico del 5 novembre e del 2 dicembre 1999, relative ai requisiti soggettivi sostanziali dell’assegnista;

-Viste le deliberazioni del Senato Accademico del 25 ottobre 1999 e del 27 aprile 2000;

-Visto il D.M. 4 ottobre 2000 pubblicato sul S.O. n. 175 della GURI n. 249 del 24 ottobre 2000, riguardante la rideterminazione dei settori scientifico-disciplinari;

-Vista la nota del Ministero della Giustizia del 5 dicembre 2000 – Ufficio Pubblicazione leggi e Decreti

– al Presidente della Conferenza dei Rettori delle Università Italiane, nella quale si dichiara che per la pubblicazione di assegni per la collaborazione alla ricerca non è previsto l’obbligo di legge della pubblicazione sulla G.U.R.I. – 4^ Serie Speciale “Concorsi ed esami”;

-Visto il D.P.R. 28 dicembre 2000, n.445;

-Visto il Regolamento per la disciplina dei Professori a contratto emanato con D.R. del 4 aprile 2007, n. 3577, ed in particolare l’art.6;

-Visto il Decreto Legislativo 30 giugno 2003, n.196;

-Visto il D.M. del 26 febbraio 2004, prot. n.45/2004, riguardante la rivalutazione degli importi per gli assegni di ricerca ex art. 51, comma 6, legge 449/97;

– Viste le deliberazioni del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione rispettivamente del 26 e del 29 settembre 2006, con le quali si approva lo schema tipo del bando di selezione per gli assegni di collaborazione alla ricerca, sulla base del D.R. dell’11 settembre 2006, n. 6010;
2
– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Agraria del 27 giugno 2008, con la quale si chiede di bandire, fra l’altro, l’assegno di collaborazione alla ricerca nel settore scientificodisciplinare AGR/11;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 24 novembre 2008, prot. n. 98221, con la quale si trasmette l’impegno di spesa relativo all’assegno di ricerca sopra citato;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Agraria del 13 ottobre 2008, con la quale si chiede di bandire n.2 assegni di collaborazione alla ricerca;

– Vista la nota del Preside della Facoltà di Agraria del 18 dicembre 2008;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 19 dicembre 2008, prot. n. 106960, con la quale si trasmettono gli impegni di spesa relativi agli assegni di ricerca AGR/17 e AGR/10;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Farmacia del 9 settembre 2008, con la quale si chiede di bandire, n.1 assegno di collaborazione alla ricerca nel settore scientifico-disciplinare BIO/10;

– Vista la nota del Preside della Facoltà di Farmacia del 30 settembre 2008;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 16 dicembre 2008, prot. n.105874, con la quale si
trasmette l’impegno di spesa relativo al sopra citato assegno di ricerca;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Farmacia del 6 ottobre 2008, con la quale si chiede di bandire, n.1 assegno di collaborazione alla ricerca nel settore scientifico-disciplinare BIO/14;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 19 dicembre 2008, prot. n.106966, con la quale si
trasmette l’impegno di spesa relativo al sopra citato assegno di ricerca;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Ingegneria del 7 dicembre 2007, con la quale si
chiede di bandire, fra l’altro, n.1 assegno di collaborazione alla ricerca biennale nel settore scientifico FIS/01;

– Viste le deliberazioni del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione, del 20 e 23 giugno 2008, con le quali è stata approvata la sottoscrizione della Convenzione con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare/Laboratori Nazionali del Sud per il finanziamento e l’attivazione dell’assegno di ricerca nel settore scientifico-disciplinare FIS/01;

– Considerato che in data 2 luglio 2008 è stata sottoscritta la sopra citata convenzione con l’Istituto
Nazionale di Fisica Nucleare/Laboratori Nazionali del Sud;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 24 novembre 2008, prot. n. 98225, con la quale si
trasmette l’impegno di spesa relativo al sopra citato assegno di ricerca

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Ingegneria del 13 giugno 2008, con la quale si chiede di bandire, n.1 assegno di collaborazione alla ricerca nel settore scientifico FIS/01;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 23 ottobre 2008, prot. n. 86147, con la quale si
trasmette l’impegno di spesa relativo all’assegno di ricerca sopra citato;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Ingegneria del 22 settembre 2008, con la quale si
chiede di bandire, n.1 assegno di collaborazione alla ricerca nel settore scientifico ING-IND/13;

-Vista la nota del preside della Facoltà di Ingegneria del 15 dicembre 2008;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 24 novembre 2008, prot. n.98212, con la quale si trasmette l’impegno di spesa relativo all’assegno di ricerca sopra citato;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Ingegneria del 27 novembre 2008, con la quale si
chiede di bandire, n.3 assegni di collaborazione alla ricerca;

– Viste le note del Dirigente dell’Area Finanziaria del 16 e del 19 dicembre 2008,prot. nn. 105891 –
106964, con le quali si trasmettono gli impegni di spesa relativi agli assegni di ricerca per il settore scientifico- disciplinare ING-INF/04;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Lettere e Filosofia del 19 novembre 2008, con la
quale si chiede di bandire n. 1 assegno di collaborazione alla ricerca;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 19 dicembre 2008, prot. n.106969, con la quale si
trasmette l’impegno di spesa relativo all’assegno di ricerca sopra citato;

– Visto il D.D. del 10 dicembre 2008, n.14691, con il quale la pubblica selezione per l’assegno di ricerca MED/13 “Endocrinologia” è dichiarata deserta;

3
– Considerato che all’invito del Dirigente dell’Area della Ricerca, il Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia e il Responsabile scientifico del Progetto di ricerca di cui al sopra indicato assegno (MED/13 “Endocrinologia”) hanno manifestato il proprio silenzio assenso alla remissione del bando;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Medicina e Chirurgia del 26 novembre 2008, con la quale si chiede di bandire n.18 assegni di ricerca;

– Vista la nota del Preside della Facoltà di Medicina e Chirurgia del 23 dicembre 2008;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 22 dicembre 2008, prot. n. 107662, con la quale
si trasmettono gli impegni di spesa relativi agli assegni di ricerca sopra citati;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Scienze della Formazione del 29 settembre 2008, con la quale si chiede di bandire n.1 assegno di collaborazione alla ricerca;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 24 novembre 2008, prot. n.98215, con la quale si
trasmette l’impegno di spesa relativo all’assegno di ricerca sopra citato;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Scienze Mat. Fis. e Nat.li del 18 aprile 2008 con
la quale si chiede di bandire n.1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare INF/01;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 23 ottobre 2008, prot. n. 86146, con la quale si
trasmette l’impegno di spesa relativo al sopra citato assegno di ricerca;

– Visto il verbale del Consiglio della Facoltà di Scienze Mat., Fis. e Nat.li del 18 maggio 2000, con cui è stato deliberato di delegare, con potere deliberante, ai Dipartimenti di Fisica ed Astronomia, di Scienze Chimiche e di Scienze Geologiche di effettuare tutti gli adempimenti consequenziali al conferimento degli assegni;

– Visto il verbale del Consiglio del Dipartimento di Scienze Chimiche del 23 gennaio 2008, con il quale si chiede di bandire n.1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare CHIM/12;

– Viste le deliberazioni del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione, rispettivamente
del 20 e del 23 giugno 2008, con le quali è stata approvata la sottoscrizione della Convenzione con la Thermo Electron s.p.a per il finanziamento e l’attivazione dell’assegno di ricerca nel settore scientifico-disciplinare CHIM/12;

– Considerato che in data 1° ottobre 2008 è stata sottoscritta la sopra citata convenzione con Thermo
Electron s.p.a;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 16 dicembre 2008, prot. n. 105867, con la quale
si trasmette l’impegno di spesa relativo al sopra citato assegno di ricerca;

– Visto il verbale del Consiglio del Dipartimento di Fisica e Astronomia del 29 gennaio 2008, con il
quale si chiede di bandire n.1 assegno di ricerca per i settori scientifico-disciplinari FIS/01,
FIS/04;

– Viste le deliberazioni del Senato Accademico e del Consiglio di Amministrazione, del 28 luglio 2008, con le quali è stata approvata la sottoscrizione della Convenzione con l’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare/Laboratori Nazionali del Sud per il finanziamento e l’attivazione dell’assegno di ricerca nel settore scientifico-disciplinare FIS/01;

– Considerato che in data 8 agosto 2008 è stata sottoscritta la sopra citata convenzione con l’Istituto
Nazionale di Fisica Nucleare/Laboratori Nazionali del Sud;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 16 dicembre 2008, prot. n. 105897, con la quale
si trasmette l’impegno di spesa relativo al sopra citato assegno di ricerca;

– Vista la deliberazione del Dipartimento di Fisica e Astronomia dell’8 ottobre 2008, con la quale si chiede di bandire n. 4 assegni di collaborazione alla ricerca;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 16 dicembre 2008, prot. n. 105885, con la quale
si trasmette l’impegno di spesa relativo al sopra citato assegno di ricerca;

– Vista la deliberazione del Dipartimento di Fisica e Astronomia del 26 novembre 2008, con la quale si
chiede di bandire n. 1 assegno di collaborazione alla ricerca nel settore scientifico-disciplinare
FIS/01;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 16 dicembre 2008, prot. n. 105889, con la quale si trasmette l’impegno di spesa relativo al sopra citato assegno di ricerca;

4
– Visto il verbale del Consiglio del Dipartimento di Scienze Geologiche del 7 ottobre 2008, con il
quale si chiede di bandire n.1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare GEO/09;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 24 novembre 2008, prot. n. 98199, con la quale si
trasmette l’impegno di spesa relativo al sopra citato assegno di ricerca;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Scienze Politiche del 10 luglio 2008 riguardante
l’attivazione di n. 3 assegni di ricerca nei seguenti settori scientifico disciplinari: M-STO/04 e
SPS/04;

– Viste le note del Dirigente dell’Area Finanziaria del 24 novembre 2008 e del 22 dicembre 2008, prot.
nn. 98218, 107490, con le quali si trasmettono gli impegni di spesa relativi ai sopra citati assegni di ricerca;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Scienze Politiche del 16 ottobre 2008 riguardante l’attivazione di n. 1 assegno di ricerca nel settore scientifico-disciplinare SPS/01;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 22 dicembre 2008, prot. n.107494, con la quale si
trasmette l’impegno di spesa relativo all’assegno SPS/01;

– Vista la deliberazione del Consiglio della Facoltà di Scienze Politiche del 2 dicembre 2008 riguardante l’attivazione di n. 3 assegni di ricerca nei seguenti settore scientifico-disciplinari;

– Vista la nota del Dirigente dell’Area Finanziaria del 22 dicembre 2008, prot. n.107505, con la quale si
trasmettono gli impegni di spesa relativi ai sopra indicati assegni di ricerca;

D E C R E T A :

ART.1

Sono indette selezioni pubbliche, per titoli e colloquio, degli aspiranti al conferimento dei
sottoelencati assegni per la collaborazione ad attività di ricerca:

FACOLTA’ DI AGRARIA

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare AGR/11 “Entomologia Generale ed Applicata”
programma di ricerca: “I fitofagi delle palme di recente introduzione nel territorio siciliano.” durata: 1 anno
riservato a laureati in: Scienze Agrarie (quinquennale v.o), o laurea specialistica in Scienze e Tecnologie Agrarie o laurea in Scienze Biologiche (quinquennale v.o) lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare AGR/17 “Zootecnica Generale e Miglioramento Genetico” programma di ricerca: “Analisi della variabilità genetica di razze e popolazioni equine autoctone
siciliane mediante marcatori molecolari.” durata: 1 anno
riservato a laureati in: Scienze Agrarie (quinquennale v.o), Scienze Biologiche (quinquennale v.o) o
laurea specialistica in Scienze e Tecnologie Agrarie, Scienze e Tecnologie Alimentari, Scienze e Tecnologie Agrarie Tropicali e Subtropicali. lingua straniera richiesta: Inglese.
5

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare AGR/10 “Costruzioni Rurali e
Territorio Agroforestale” programma di ricerca: “Soluzioni impiantistiche per il miglioramento del benessere e della produttività delle bovine da latte in condizioni di clima caldo .” durata: 1 anno
riservato a laureati in: Scienze e Tecnologie Agrarie (quinquennale v.o) o laurea specialistica in
Scienze e Tecnologie Agrarie, Scienze e Tecnologie Agrarie Tropicali e Subtropicali, Ingegneria Edile (quinquennale v.o ) o laurea specialistica in Ingegneria Edile. lingua straniera richiesta: Inglese.

FACOLTA’ DI FARMACIA

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare BIO/10 “Biochimica” programma di ricerca: “Azioni di sostanze naturali sulla differenziazione di linee cellulari tumorali.” durata: 2 anni riservato a laureati in: Farmacia (v.o), Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (v.o), Scienze Biologiche (v.o) o laurea specialistica in Farmacia, Chimica e Tecnologia Farmaceutiche. lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare BIO/14 “Farmacologia” programma di ricerca: “Studio dei determinanti molecolari coinvolti nella degenerazione neuronale utilizzabili come bersagli di farmaci neuro protettori innovativi per la terapia di Alzheimer.” durata: 1 anno
riservato a laureati in: Farmacia (v.o), Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (v.o), Medicina e Chirurgia (v.o) o laurea specialistica in Farmacia, Chimica e Tecnologia Farmaceutiche. lingua straniera richiesta: Inglese.

FACOLTA’ DI INGEGNERIA

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare FIS/01 “Fisica Sperimentale” programma di ricerca: “Imaging a singolo fotone mediante matrici di SPAD – Single Photon Avalanches Diodes.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Fisica o Ingegneria (ante e post D.M. 509/99). lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare FIS/01 “Fisica Sperimentale” programma di ricerca: “Aspetti modellistici ed applicativi della luminescenza ultradebole fotoindotta emessa a tempi lunghi da sistemi biologici.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Fisica (v.o.), Ingegneria Elettronica (v.o.), Ingegneria Meccanica (v.o.) o laurea
specialistica in Fisica, Ingegneria Elettronica , Ingegneria Meccanica. lingua straniera richiesta: Inglese.
6
n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare ING-IND/13 “Meccanica Applicata
alle Macchine” programma di ricerca: “Grandi Riflettori Dispiegabili in Orbita.” durata: 1 anno
riservato a laureati in: Ingegneria Meccanica (v.o.) o laurea specialistica in Ingegneria Meccanica.
lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare ING-INF/04 “Automatica” programma di ricerca: “Metodologie di controllo per robot e valutazione delle prestazioni.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Ingegneria Elettronica (v.o.) o laurea specialistica in Ingegneria dell’Automazione e del Controllo dei Sistemi Complessi. lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare ING-INF/04 “Automatica ” programma di ricerca: “Innovazione Tecnologica nell’Automazione Industriale.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Ingegneria Elettronica (v.o.) o laurea specialistica in Ingegneria dell’Automazione e del Controllo dei Sistemi Complessi. lingua straniera richiesta: Inglese.

FACOLTA’ DI LETTERE E FILOSOFIA

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare M-STO/02 “Storia Moderna” programma di ricerca: “Identità urbane, istituti d’istruzione e beni culturali nella Sicilia d’età moderna e contemporanea.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Lettere (v.o.) lingua straniera richiesta: Inglese.

FACOLTA’ DI MEDICINA E CHIRURGIA

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare MED/13 “Endocrinologia” programma di ricerca: “Potenzialità delle cellule staminali di cordone ombelicale (UCBSC) a differenziarsi in vitro verso cellule della linea pancreatica.” durata: 1 anno
riservato a laureati in: Scienze Biologiche (v.o.) o in Medicina e Chirurgia (v.o.) lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per i settori scientifico-disciplinari MED/28 “Malattie Odontostomatologiche” e MED/29 “Chirurgia Maxillo-Facciale”
programma di ricerca: “La corrosione degli strumenti endodontici in Nichel-Titanio” durata: 2 anni
riservato a laureati in: Odontoiatria e Protesi Dentaria (v.o).
lingue straniere richieste: Inglese e Francese o Tedesco
7
n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare MED/19 “Chirurgia Plastica” programma di ricerca: “Prevenzione delle aderenze nella chirurgia riparativa dei tendini flessori e dei nervi periferici dell’arto superiore mediante gel a base di acido ialuronico”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Medicina e Chirurgia (v.o)
lingua straniera richiesta: Inglese

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare MED/18 “Chirurgia Generale”

programma di ricerca: “Meccanismi fisiopatologici, emodinamici e coagulativi della trombogenesi venosa. Identificazione del rischio tromboembolico venoso, della prevalenza ed incidenza del TEV in pazienti
neoplastici, studio di eventuali fattori congeniti od acquisiti favorenti. Studio randomizzato controllato contro placebo, per la valutazione del ruolo della profilassi antitrombotica con eparina a basso peso molecolare.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Medicina e Chirurgia (v.o)
lingua straniera richiesta: Inglese

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare MED/18 “Chirurgia Generale”

programma di ricerca: “Risultati del trapianto di rene in pazienti sottoposti a triplice terapia immunosoppressiva a base di Tacrolimus. Impatto delle complicanze infettive sulla sopravvivenza del graft e del paziente.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Scienze Biologiche (v.o) e/o in Medicina e Chirurgia (v.o)
lingua straniera richiesta: Inglese

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare MED/18 “Chirurgia Generale”

programma di ricerca: “Studio retrospettivo e prospettivo sui fattori prognostici negativi nel ca. colorettale dell’anziano.”
riservato a laureati in: Medicina e Chirurgia (v.o)
lingua straniera richiesta: Inglese

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare MED/39 “Neuropsichiatria Infantile”
programma di ricerca: “Valutazione prospettica di pazienti in età pediatrica affetti da sindrome di Tourette, Tic con strumenti psicodiagnostici standardizzati e relazione con le infezioni da streptococco betaemolitico gruppo A”.
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Medicina e Chirurgia (v.o).
lingua straniera richiesta: Inglese
8
n. 1 assegno di ricerca per i settori scientifico-disciplinari MED/13 “Endocrinologia” e MED/06 “Oncologia Medica”

programma di ricerca: “Carcinogenesi tiroidea: identificazione di fattori ambientali mediante studi di epidemiologia, biologia cellulare e molecolare nelle cellule tiroidee.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Medicina e Chirurgia (v.o) o in Scienze Biologiche (v.o)
lingua straniera richiesta: Inglese

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare MED/10 “Malattie dell’Apparato Respiratorio”

programma di ricerca: “Meccanismi immunopatogenetici e nuove opzioni terapeutiche nella fibrosi polmonare.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Medicina e Chirurgia (v.o) o in Scienze Biologiche (v.o)
lingua straniera richiesta: Inglese

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare MED/09 “Medicina Interna”

programma di ricerca: “Compliance cardiovascolare, effetti della funzione renale e della flogosi subclinica.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Medicina e Chirurgia (v.o.)
lingua straniera richiesta: Inglese

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare MED/09 “Medicina Interna” programma di ricerca: “Prevenzione delle complicanze vascolari e migliorato controllo glicemico in diabetici fumatori avviati a programma di disassuefazione al tabagismo.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Psicologia (v.o) o laurea specialistica in Psicologia
lingua straniera richiesta: Inglese

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare MED/25 “Psichiatria”
programma di ricerca: “MCI e depressione: effetti e ruolo nell’insorgenza della Demenza tipo Alzheimer”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Medicina e Chirurgia (v.o)
lingua straniera richiesta: Inglese

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare BIO/14 “Farmacologia” programma di ricerca: “Il ruolo delle interazioni GITR/TRAIL nei processi
neurodegenerativi.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Scienze Biologiche (v.o), Chimica e Tecnologia Farmaceutiche (v.o.) o
laurea specialistica in Chimica e Tecnologia Farmaceutiche
lingua straniera richiesta: Inglese e/o Tedesco.
9
n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare BIO/12 “Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica” programma di ricerca: “Stress ossidativo e redox proteomica nelle malattie renali, nelle
malattie metaboliche e nelle patologie neurodegenerative”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Scienze Motorie (v.o),Farmacia (v.o) o laurea specialistica in Farmacia.
lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare BIO/13 “Biologia Applicata”
programma di ricerca: “Marcatori molecolari correlati alla qualità follicolare ed ovocitaria ed
ai meccanismi di impianto.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Medicina e Chirurgia (v.o), Scienze Biologiche (v.o) o Laurea
Magistrale in Biologia Cellulare e Molecolare, Laurea Magistrale in
Biologia Sanitaria, Laurea Magistrale in Biotecnologie.
lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare BIO/14 “Farmacologia” programma di ricerca: “Meccanismi patogenetici della retinopatia diabetica: ruolo dell’HuR, PKC-β, VEGF, TNF-α e PLA 2”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Farmacia (v.o) o laurea specialistica in Farmacia.
lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare BIO/09 “Fisiologia”
programma di ricerca: “Attività del midollo spinale e movimenti di prensione: studio
elettrofisiologico nell’uomo.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Medicina e Chirurgia (v.o.), Scienze Motorie (v.o.), Scienze Biologiche
(v.o.) o laurea specialistica in Scienze e Tecniche dell’Attività
Motorie Preventive e Adattative.
lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare MED/04 “Patologia Generale”
programma di ricerca: “Ruolo dei pathways RAF/MEK/ERK e P13K/AKT nella
trasformazione maligna delle cellule ematopoietiche.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Medicina e Chirurgia (v.o.), Scienze Biologiche (v.o.), Farmacia (v.o.)
o laurea specialistica in Farmacia.
lingua straniera richiesta: Inglese.
10
n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare BIO/16 “Anatomia Umana”
programma di ricerca: “Ruolo del Pituitary Adenylate Cyclase-Activating Polypeptide e del
Vasoactive Intestinal Peptide nelle cellule di Schwann e nella
patologia tumorale degli schwannomi e dei gliomi cerebrali.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Medicina e Chirurgia (v.o.) o in Scienze Motorie (v.o).
lingua straniera richiesta: Inglese.

FACOLTA’ DI SCIENZE DELLA FORMAZIONE

n. 1 assegno di ricerca per i settori scientifico-disciplinari M-PSI/01 “Psicologia Generale”, MPSI/
04 “Psicologia dello Sviluppo e Psicologia dell’Educazione”, M-PSI/05 “Psicologia
Sociale”
programma di ricerca: “Valori universali e dimensioni di personalità.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Pedagogia (v.o.), Psicologia (v.o.) o laurea specialistica in Scienze Pedagogiche,
o in Psicologia.
lingua straniera richiesta: Inglese o Francese.

FACOLTA’ DI SCIENZE MAT. FIS. E NAT.LI

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare INF/01 “Informatica”
programma di ricerca: “Tecniche avanzate di gestione delle risorse in ambiente distribuito e Grid, con
particolare riferimento all’infrastruttura del progetto siciliana Trigrid.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Informatica (v.o), Ingegneria Informatica (v.o) o laurea specialistica in
Informatica.
lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare CHIM/12 “Chimica dell’Ambiente e
dei Beni Culturali”
programma di ricerca: “Metodi avanzati di caratterizzazione, a mezzo microspettroscopia /mapping IR
e Raman, del degrado di materiali organici di rilevanza ambientale e/o storico
artistica.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Scienze Chimiche (v.o) o Chimica Industriale (v.o.) o Chimica e Tecnologia
Farmaceutiche o laurea specialistica in Scienze Chimiche, o Chimica Industriale, o Chimica e Tecnologia Farmaceutiche.
lingua straniera richiesta: Inglese.
11
n. 1 assegno di ricerca per i settori scientifico-disciplinari FIS/01 “Fisica Sperimentale”e FIS/04
“Fisica Nucleare e Subnucleare”
programma di ricerca: “Misure di spettroscopia di nuclei ricchi di neutroni da svolgersi presso i LNS –
INFN tramite un sistema di rivelatori di particelle cariche a strip di silicio.”
tema di ricerca: Strutture nucleari deformate associate a bande rotazionali nei nuclei leggeri ricchi di
neutroni.
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Fisica (v.o.) o laurea specialistica in Fisica.
lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per i settori scientifico-disciplinari FIS/01 “Fisica Sperimentale”e FIS/04
“Fisica Nucleare e Subnucleare”
programma di ricerca: “Progettazione e costruzione di un SUPERMODULO del Calorimetro
Elettromagnetico per il rivelatore ALICE a LHC.”
tema di ricerca: “Progettazione e assemblaggio moduli shashlik.”
durata: 2 anni
riservato a laureati in: Ingegneria Meccanica (v.o.) o laurea specialistica in Ingegneria Meccanica
lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare FIS/03 “Fisica della Materia”
programma di ricerca: “Produzione e analisi di agglomerati nanometrici depositati su substrato.
Indagini Raman per la caratterizzazione dei campioni.”
tema di ricerca: “Spettroscopia STM (scanning tunneling microscopy) di nano strutture
semiconduttrici.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Fisica (v.o.) o laurea specialistica in Fisica
lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare FIS/05 “Astronomia e Astrofisica”
programma di ricerca: “Analisi di dati acquisiti da osservatori da terra (dst/ibis) e da satellite (Hinode)
per lo studio delle regioni attive emergenti.”
tema di ricerca: “Fisica solare.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Fisica (v.o.) o laurea specialistica in Fisica
lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per i settori scientifico-disciplinari FIS/05 “Astronomia e Astrofisica” e
FIS/01 “Fisica Sperimentale”
programma di ricerca: “Studio e ricerche sulla rivelazione spettrofotometrica della variabilità di
piccola ampiezza associata ad attività magnetica stellare nella missione Gaia
dell’ESA e sulla derivazione dei parametri astrofisica associati.”
tema di ricerca: “Rivelazione di attività magnetica stellare nella missione Gaia dell’ESA.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Fisica (v.o.) o laurea specialistica in Fisica
lingua straniera richiesta: Inglese.
12
n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare FIS/01 “Fisica Sperimentale”
programma di ricerca: “Fisica dei raggi cosmici.”
tema di ricerca: “Studio dei raggi cosmici di altissima energia: il ruolo del campo magnetico galattico e
intergalattico.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Fisica (v.o.) o laurea specialistica in Fisica
lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare GEO/09 “Georisorse minerarie e
applicazioni mineralogico-petrografiche per l’ambiente ed i beni culturali”
programma di ricerca: “Confronto sistematico tra metodologie analitiche innovative non distruttive e
metodologie petro-archeometriche tradizionali su reperti ceramici di interesse
storico-archeologico.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Scienze Geologiche (v.o.) o laurea specialistica in Scienze Geologiche (classe
86/S).
lingua straniera richiesta: Inglese.

FACOLTA’ DI SCIENZE POLITCHE
n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare SPS/04 “Scienza Politica”
programma di ricerca: “Evoluzione quantitativa e qualitativa e delle burocrazie pubbliche italiane in
prospettiva comparata.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Scienze Politiche (v.o.) o laurea specialistica classe 89/S
lingua straniera richiesta: Inglese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare M-STO/04 “Storia Contemporanea”
programma di ricerca: “Centralizzazione ed autonomia nell’Italia contemporanea: l’esperienza storica
della regione Siciliana.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Scienze Politiche (v.o.) o laurea specialistica classe 94/S
lingua straniera richiesta a scelta tra: Francese, Inglese e Spagnolo.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare SPS/04 “Scienza Politica”
programma di ricerca: “Formulazione, Processi decisionali e Mutamento nelle Politiche Pubbliche
dell’Unione Europea.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Scienze Politiche (v.o.) o laurea magistrale relativa alle classi 99/S e 60/S
lingua straniera richiesta a scelta tra: Inglese, Francese, Spagnolo.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare SPS/01 “Filosofia Politica”
programma di ricerca: “Filosofia politica del conflitto.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Scienze Politiche (v.o.) o laurea specialistica relativa alle classi 99/S, 89/S, 57/S
lingua straniera richiesta a scelta tra: Inglese, Tedesco, Francese.
13
n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare IUS/17 “Diritto Penale”
programma di ricerca: “Profili penali in tema di tutela dell’ambiente.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Giurisprudenza (v.o) o in Scienze Politiche (v.o.) o laurea specialistica relativa
alle classi 22/S Giurisprudenza, 71/S Scienze delle Pubbliche Amministrazioni.
lingua straniera richiesta a scelta tra: Inglese e Francese.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare IUS/10 “Diritto Amministrativo”
programma di ricerca: “La tutela del consumatore.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Giurisprudenza (v.o.) o in Scienze Politiche (v.o.) o laurea specialistica relativa
alle classi 22/S Giurisprudenza, e 71/S Scienze delle Pubbliche
Amministrazioni.
lingua straniera richiesta a scelta tra: Inglese, Francese, Tedesco.

n. 1 assegno di ricerca per il settore scientifico-disciplinare M-STO/04 “Storia Contemporanea”
programma di ricerca: “Imperialismo e Nazionalismo nel Mediterraneo.”
durata: 1 anno
riservato a laureati in: Scienze Politiche (v.o.) o laurea specialistica relativa alla classe 94/S Storia
Contemporanea.
lingua straniera richiesta: Inglese.

ART. 2
Requisiti per l’ammissione

Per l’ammissione alla selezione di cui all’articolo 1 è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:

a) Titolo di studio: dottori di ricerca (DR), diplomati specializzati di medicina (DS) o laureati da
almeno tre anni ed in possesso di curriculum scientifico comprovato da pubblicazioni e/o da
documentata attività di ricerca svolta dopo la laurea presso istituzioni italiane o straniere di livello
universitario (da allegare alla domanda di ammissione), come indicato all’art.1 di ogni singola
selezione.
I titoli di studio, qualora conseguiti all’estero, dovranno essere debitamente regolarizzati dalla
rappresentanza diplomatica italiana competente per territorio, equipollenti a quelli richiesti, in base ad
accordi internazionali ovvero alla normativa vigente;
b) inesistenza di cause ostative ad instaurare contratti con la Pubblica Amministrazione;
c) non possono partecipare in alcun caso alla presente selezione i seguenti soggetti di cui al comma 6,
dell’art.51 della legge 27 dicembre 1997, n.449: personale di ruolo presso le Università, gli
Osservatori Astronomici, Astrofisici e Vesuviano, gli enti pubblici e le istituzioni di ricerca di cui
all’art.8 del decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 30 dicembre 1993, n.593, e successive
modificazioni e integrazioni, l’ENEA e L’ASI.
Il personale delle amministrazioni pubbliche diverse da quelle specificate nel sopra citato punto c)
ha la possibilità di partecipare alla selezione ma può essere titolare dell’assegno di ricerca
solamente ricorrendo all’istituto dell’aspettativa senza assegni.
I candidati stranieri devono avere, altresì, una adeguata conoscenza della lingua italiana.
I requisiti di cui sopra devono essere posseduti alla data di scadenza del termine utile per la
presentazione della domanda di ammissione alla selezione.
14
I candidati sono ammessi con riserva alle selezioni.
L’Amministrazione può disporre in ogni momento, con provvedimento motivato, l’esclusione
dalle pubbliche selezioni per difetto dei requisiti prescritti.
Questa Amministrazione garantisce parità e pari opportunità fra uomini e donne per l’accesso
al lavoro ed il trattamento sul lavoro.

ART.3
Domande e termini di presentazione

Le domande di ammissione, separate per ciascuna selezione alla quale si intende partecipare e
redatte in carta semplice, devono essere indirizzate al Magnifico Rettore dell’Università presso la
Presidenza della Facoltà interessata e presentate direttamente o inviate a mezzo raccomandata
postale con avviso di ricevimento, entro il termine perentorio di giorni 30 dalla data di pubblicazione
del presente bando sul sito dell’Università di Catania. A tal fine fa fede il timbro a data dell’ufficio
postale accettante.

Le domande di ammissione dovranno essere redatte secondo lo schema (allegato A del presente
bando) e compilate in ogni sua parte, pena l’esclusione.

Nella domanda di ammissione i candidati, oltre che indicare la precisa denominazione del
settore scientifico disciplinare, del programma di ricerca e della Facoltà inerente, dovranno dichiarare,
ai sensi della Legge n.15/1968 e del D.P.R. n. 445/2000 e successive modificazioni, e sotto la propria
responsabilità:

1) il proprio cognome e nome (le donne coniugate dovranno indicare nell’ordine, il cognome
da nubile, il nome proprio ed il cognome del coniuge);
2) la data ed il luogo di nascita;
3) di essere in possesso della cittadinanza italiana o della cittadinanza di uno Stato membro
dell’Unione europea;
4) il possesso del titolo di studio richiesto dall’art.2, punto a) del presente bando, indicando
l’istituzione che lo ha rilasciato, la data del conseguimento, nonché la votazione riportata.
Qualora il titolo di studio sia stato conseguito all’estero, si dovrà specificare la
rappresentanza diplomatica italiana competente per territorio che ha riconosciuto tale titolo
equipollente al titolo italiano richiesto;
5) l’inesistenza di cause ostative ad instaurare contratti con la pubblica amministrazione;
6) la posizione rivestita nei riguardi degli obblighi militari;
7) di avere adeguata conoscenza della lingua italiana (tale dichiarazione deve essere
sottoscritta solo dai cittadini stranieri);
8) di essere consapevole che il conferimento dell’assegno per la collaborazione alla ricerca
non instaura alcun rapporto di lavoro e che gli assegni non sono cumulabili con borse di
studio a qualsiasi titolo conferite, tranne quelle concesse da istituzioni nazionali o straniere
utili ad integrare, con soggiorni all’estero, l’attività di ricerca;
Dalle domande deve risultare, altresì, il recapito dell’aspirante ai fini di ogni eventuale
comunicazione relativa alla selezione che gli verrà trasmessa mediante raccomandata A.R. E’
opportuno indicare un recapito telefonico. Il candidato, altresì, si impegna a segnalare
tempestivamente le variazioni di recapito che dovessero intervenire successivamente.
La firma del candidato, apposta in calce alla domanda di ammissione, non va autenticata.
15
Non sono ammesse domande cumulative per più selezioni.
Verranno esclusi dalle selezioni gli aspiranti le cui domande non contengono tutte le
dichiarazioni circa il possesso dei requisiti di ammissione.
Unitamente alla domanda di partecipazione alla singola selezione, i candidati dovranno
presentare i documenti comprovanti il possesso dei titoli di cui chiedono la valutazione ai sensi del
successivo art.5, in carta semplice o in originale, ovvero in copia dichiarata conforme all’originale
mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, o, in alternativa dichiarazione sostitutiva di
certificazione ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/200 (Allegati B e C), in caso contrario non
saranno oggetto di valutazione. Inoltre dovrà essere allegata copia fotostatica del fronte e retro di un
documento di identità valido della persona che ha firmato la domanda.

Saranno ritenuti validi solamente i documenti di identità provvisti di fotografia e rilasciati da
un’Amministrazione dello Stato.
Sul plico contenente i titoli e le pubblicazioni deve essere riportata la dicitura: “Presidenza
della Facoltà di _______________”, titoli e pubblicazioni – selezione per il conferimento di assegni
per la collaborazione ad attività di ricerca – programma di ricerca e l’area scientifica per la quale
l’interessato intende partecipare”.
Non è consentito il riferimento a documenti e pubblicazioni a qualsiasi titolo già presentati a
questa Università.
Non saranno prese in considerazione le domande ed i titoli inviati oltre il termine sopra
indicato.

L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni
dipendente da inesatte indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva
comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi
postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.
I dati personali forniti dal candidato saranno trattati nel rispetto del Dlgs 196/2003.

ART. 4
Commissione giudicatrice

La Commissione giudicatrice di ciascuna selezione sarà nominata con decreto del Rettore su
designazione del Consiglio della Facoltà interessata. Essa è composta da un Professore di uno dei
settori scientifico – disciplinari cui si riferisce il bando e da altri due docenti degli stessi settori o di
settori affini, di cui almeno uno esterno alla Facoltà e/o all’Ateneo.

ART.5
Valutazione dei titoli e colloquio

La selezione avviene per titoli e per colloquio sulla base dei seguenti criteri, dando ragione
della valutazione comparativa compiuta tra gli aspiranti:

Valutazione dei titoli
– Dottorato di ricerca e/o Diploma di Specializzazione in Medicina
o titolo riconosciuto equipollente, conseguito in Italia o all’estero, punti 12
16
– Frequenza a corsi di Dottorato, corsi di specializzazione, corsi di
perfezionamento post-laurea, seguiti in Italia o all’estero; svolgimento
di una documentata attività di ricerca presso soggetti pubblici o privati
con contratti, borse di studio o incarichi, sia in Italia che all’estero
fino a punti 6 per ogni anno sino ad un massimo di punti 18
Altri titoli compresa la tesi di dottorato, se non pubblicata
sino ad un massimo di punti 5
– Pubblicazioni, sino ad un massimo di punti 25

Colloquio
– Il colloquio è inteso ad accertare le capacità del candidato in relazione
ai settori scientifico-disciplinari ed al programma di ricerca di cui
all’art.1, nonché alla conoscenza della lingua straniera indicata nella
domanda di ammissione,
punteggio sino ad un massimo di punti 40
I giudizi espressi dalla Commissione su ciascun candidato sono pubblici.
Per essere ammessi al colloquio i candidati dovranno conseguire una valutazione dei titoli non
inferiore a 30 punti.
La valutazione dei titoli precede il colloquio e sarà resa nota mediante l’affissione all’Albo
della Facoltà interessata.
La Presidenza della competente Facoltà comunicherà ai candidati ammessi al colloquio, con
raccomandata A.R., non meno di 20 giorni prima dell’inizio dello stesso, il giorno, l’ora ed il luogo in
cui si svolgerà.
Al termine della seduta dedicata al colloquio, la Commissione giudicatrice forma l’elenco dei
candidati esaminati, con l’indicazione del voto da ciascuno riportato.
Tale elenco verrà affisso all’albo della sede di esami.
Per essere ammessi a sostenere il suddetto colloquio, i candidati dovranno essere muniti di un
documento di riconoscimento valido a norma di legge:
a) tessera di riconoscimento rilasciata da una Amministrazione dello Stato se il candidato è
dipendente statale;
b) tessera postale o porto d’armi o patente automobilistica, o passaporto o carta d’identità.
La mancata presentazione al colloquio sarà considerata come rinuncia alla selezione, quale ne
sia la causa.
Il colloquio si intenderà superato se il candidato ottiene una votazione di almeno 24 punti.

ART.6
Formulazione e approvazione della graduatoria di merito

17
La votazione complessiva, per ciascun candidato, è determinata sommando il voto conseguito
nella valutazione dei titoli, di cui all’art.5, al voto riportato nel colloquio.
La Commissione provvede a formulare la graduatoria dei candidati che abbiano conseguito una
votazione complessiva di almeno 70 punti, di cui almeno 24 conseguiti al colloquio.
La graduatoria di merito è formata secondo l’ordine dei punti della votazione complessiva
riportata da ciascun candidato. A parità di punteggio si procederà a sorteggio.

Non si dà luogo a dichiarazioni di idoneità, conseguenti ai risultati delle graduatorie.
Sono dichiarati vincitori di ogni singola selezione i candidati utilmente collocati nelle relative
graduatorie di merito sotto condizione sospensiva dell’accertamento dei requisiti richiesti per
l’ammissione alle selezioni.
Con provvedimento del Direttore Amministrativo saranno approvati gli atti concorsuali nonché
le graduatorie di merito unitamente a quella del vincitore di ogni singola selezione.
Le graduatorie di merito sono immediatamente efficaci.
La graduatoria del vincitore di ogni selezione, sarà pubblicata all’Albo del Palazzo Centrale
dell’Università degli Studi di Catania. Di tale pubblicazione sarà data notizia mediante avviso all’Albo
del Palazzo Centrale e dalla data di pubblicazione di detto avviso decorre il termine per eventuali
impugnative.

Il candidato che abbia superato la valutazione comparativa stipula con l’Amministrazione
universitaria apposito contratto, che ne regola l’attività di collaborazione alla ricerca. L’assegnista
vincitore inizia a svolgere l’attività di collaborazione alla ricerca dalla data di stipula del contratto
sopra citato.
Qualora il candidato che precede in graduatoria, non stipuli, entro 30 giorni dalla
comunicazione, il contratto di cui al precedente comma, l’Amministrazione stipula lo stesso contratto
con il candidato in posizione immediatamente successiva in graduatoria entro i 30 giorni successivi.
L’assegnista può recedere dal contratto dando un preavviso di almeno 30 giorni. In caso di
mancato preavviso l’Amministrazione ha il diritto di trattenere all’assegnista un importo
corrispondente alla retribuzione per il periodo non dato.

ART.7
Incompatibilità

Non è ammesso il cumulo con borse di studio a qualsiasi titolo conferite, tranne quelle concesse
da istituzioni nazionali o straniere utili ad integrare, con soggiorni all’estero, l’attività di ricerca dei
titolari di assegni.
L’assegno è individuale. I beneficiari non possono cumularlo con i proventi derivanti
dall’esercizio del commercio, dell’industria o comunque da attività imprenditoriali, da altri rapporti di
impiego pubblici e privati, dallo svolgimento di attività libere professionali connesse con l’iscrizione
ad albi professionali (con l’eccezione delle attività proprie convenzionate dalle strutture di
appartenenza).
18
I titolari di assegni di ricerca, limitatamente ad impegni didattici che non superino
complessivamente il tetto annuale delle 60 ore ed a condizione che l’attività didattica sia svolta al di
fuori dell’impegno quale assegnista e previo parere favorevole della Facoltà e del Dipartimento di
afferenza, possono svolgere incarichi di docenza universitaria, conferiti mediante contratto
(Regolamento per la disciplina dei Professori a contratto – D.R. del 1° dicembre 2003 n. 7780 e s.m.).
Fermi restando i limiti di impegno didattico di cui al superiore comma, per i titolari di assegni
che siano ab inizio di durata almeno biennale, i contratti di docenza possono essere stipulati anche in
deroga ai requisiti di cui all’art.4, del sopra citato Regolamento.
Fermo restando l’integrale assolvimento dei propri compiti, i titolari di assegni possono
chiedere, in via eccezionale, di svolgere incarichi esterni, previa autorizzazione della Facoltà che ha
bandito l’assegno, a condizione che siano prestati in quanto esperti nel proprio campo disciplinare e
compatibilmente con l’assolvimento dei compiti inerenti l’assegno di ricerca.
Può consentirsi, compatibilmente con le attività di ricerca loro assegnate e previo parere
favorevole del Responsabile del progetto di ricerca e autorizzazione della Facoltà richiedente, la
partecipazione ad attività relative a consulenze o ricerche affidate all’Università compatibilmente con
le specifiche esigenze del committente e della natura stessa della commessa.

ART.8
Norme comuni

Gli assegni possono essere rinnovati nel limite massimo di otto anni con lo stesso soggetto,
ovvero di quattro anni se il titolare ha usufruito della borsa per il dottorato di ricerca, ai sensi
dell’art.51, comma 6, della Legge 27.12.1997, n.449.

Al termine del periodo, l’assegnista è tenuto a depositare una relazione sull’attività svolta
presso la struttura di afferenza dandone comunicazione agli Uffici amministrativi. Il Consiglio della
Facoltà interessata, compatibilmente con le risorse finanziarie disponibili, su proposta delle strutture
scientifiche di afferenza, e previo parere sull’attività svolta, può deliberare il rinnovo fino al limite
massimo consentito.

La misura degli assegni, sulla base del Decreto ministeriale 26 febbraio 2004, prot. n.45/2004
(ex art. 51, comma 6, della legge 27 dicembre 1997, n.449,) è stabilita in Euro 16.138,00 a.l. per i
primi quattro anni dal conferimento dell’assegno ed in Euro 19.367,00 a.l. per le annualità successive.
Per i vincitori, in possesso del titolo di dottore di ricerca, la misura degli assegni sarà pari a
Euro 19.367,00 a.l. Lo stesso importo sarà attribuito anche a coloro che avranno conseguito il suddetto
titolo dopo la stipula del contratto, con decorrenza dal mese successivo dell’avvenuta comunicazione
scritta da parte dell’interessato.
I suddetti importi – comprensivi di tutti gli oneri a carico dell’Amministrazione – saranno
erogati al beneficiario in rate mensili posticipate e dietro attestazione dell’attività svolta, firmata dal
Responsabile della struttura interessata e dal Responsabile del progetto di ricerca.
Come disposto dalla citata legge 449/97, gli assegni in questione sono esenti da Irpef,
applicandosi ad essi le disposizioni di cui all’art.4 della legge 476/1984. Sono invece gravati della
ritenuta previdenziale, a norma dell’art.2, commi 26 e seguenti, della legge 8 agosto 1995, n.335 e
dell’art. 59, comma 6, della legge 449/97 e successive modificazioni e integrazioni.
19
A favore dei titolari degli assegni sarà stipulata, per tutto il periodo di durata degli stessi, una
polizza assicurativa per la copertura del rischio di infortuni e dei rischi professionali in cui i medesimi
potrebbero incorrere nell’espletamento dell’attività inerente gli assegni. La stipula delle polizze
assicurative sarà effettuata dal competente Ufficio dell’Amministrazione centrale, con oneri a carico
della Facoltà interessata.
Per quanto non previsto dal presente bando valgono, sempreché applicabili, le disposizioni
contenute nelle norme citate in premessa.
Il presente bando sarà pubblicato all’Albo del Palazzo Centrale Universitario e sul sito
dell’Università http://www.unict.it/Pagina/Portale/Home/Canali_informativi/Bandi.aspx

Catania, 23 dicembre 2008

IL RETTORE
F.to (A. Recca)
20
ALLEGATO A
Al Magnifico Rettore
dell’Università degli Studi di Catania
presso l’Ufficio di Presidenza della
Facoltà di____________________1
Via ________________n._______2
______ C A T A N I A.
__l__sottoscritt___________________________________________________________________(3)
nat__ a ___________________________________ (provincia_____________________________) il
__________________________ e residente in _________________________________________
(provincia ______________________________) c.a.p._______________ Via _______________
________________________________________________ n._________, Tel. ___________________
Cod. Fisc.:_________________________,
C H I E D E:
di essere ammess__ alla selezione pubblica, per titoli e colloquio per la collaborazione ad attività di
ricerca per la Facoltà di __________________________________________ per n.__ assegno/i, per il
settore scientifico-disciplinare: ___________________________________________, della durata
_______________ per il progetto di ricerca:______________________________________________
__________________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________________
__________________________________________________________________________________
A tal fine dichiara sotto la propria responsabilità:
1) di essere cittadino ________________________________;
2) di essere in possesso del seguente titolo di studio:
– dottore di ricerca in _________________________________(4) conseguito il_________________
presso ________________________________________;
1 Indicare la facoltà cui si riferisce l’assegno (art. 1 del bando di concorso);
2 L’indirizzo delle Presidenze di Facoltà è il seguente:
– Agraria: Via Valdisavoia n.5 – cap. 95123, Catania;
– Farmacia: Viale Andrea Doria n. 6 – cap. 95125, Catania;
– Ingegneria: Viale Andrea Doria n. 6 – cap. 95125, Catania;
– Lettere e Filosofia: Piazza Dante, n.32 – 95100 Catania;
– Medicina e Chirurgia: Via S. Sofia n.86, Policlinico, Pad.29;
– Scienze della Formazione:Via Ofelia n.1 (ang. Via F. Filzi) cap. 95125, Catania;
– Scienze Mat. Fis e Nat.li : Corso Italia n.57- cap.95127, Catania, c/o Dipartimento di Scienze Geologiche,
– Scienze Politiche: Via Vitt. Emanuele II n. 49- cap. 95131, Catania.
3 Le candidate coniugate devono indicare nell’ordine il cognome da nubile, il nome proprio e il cognome del coniuge;
4 Da compilare solo se in possesso del titolo di dottore di ricerca;
21
– diploma di laurea in ________________________________________________________;
rilasciato dalla Facoltà di _______________________________________________________
il ____________________ presso l’Università di ____________________________________
con la votazione _________________ – ed in possesso di curriculum scientifico comprovato da
pubblicazioni e/o da documentata attività di ricerca svolta dopo la laurea presso istituzioni italiane o
straniere di livello universitario, come da titoli allegati alla presente;
(qualora il titolo di studio sia stato conseguito all’estero, si dovrà specificare che lo stesso è stato già
riconosciuto equipollente al titolo italiano richiesto e la rappresentanza diplomatica italiana
competente per territorio che attestato tale equipollenza);
3) l’inesistenza di cause ostative ad instaurare contratti con la Pubblica Amministrazione;
4) di essere nei confronti degli obblighi militari nella seguente posizione: _____________________
_____________________________________________________________________________;
5) di avere adeguata conoscenza della lingua italiana (tale dichiarazione deve essere sottoscritta
unicamente dai cittadini stranieri);
6) di non far parte del personale di ruolo presso le Università, gli Osservatori Astronomici, Astrofisici
e Vesuviano, gli enti pubblici e le istituzioni di ricerca di cui all’art.8 del decreto del Presidente del
Consiglio dei Ministri 30 dicembre 1993, n.593, e successive modificazioni e integrazioni, l’ENEA
e L’ASI;
7) di prestare i seguenti servizi presso Pubbliche Amministrazioni__________________________(5)
8) di essere consapevole che il conferimento dell’assegno per la collaborazione alla ricerca non
instaura alcun rapporto di lavoro e che gli assegni di ricerca non sono cumulabili con borse di studio
a qualsiasi titolo conferite, tranne quelle concesse da istituzioni nazionali o straniere utili ad
integrare, con soggiorni all’estero, l’attività di ricerca;
9) di eleggere il proprio recapito al seguente indirizzo: ___________________________________
_____________________________________________________________________________
e di impegnarsi a comunicare le eventuali variazioni successive, riconoscendo fin d’ora che
l’amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni
dipendente da inesatte indicazioni del recapito da parte del candidato oppure da mancata o tardiva
comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, nè per eventuali disguidi
postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.
Ai fini dell’eventuale colloquio da sostenere, il sottoscritto dichiara di essere a conoscenza della
seguente lingua straniera: __________________________________.
Allega i seguenti titoli valutabili:
1. _________________________________________________________________________
2. _________________________________________________________________________
3. _________________________________________________________________________

Data, ________________________
Firma _____________________________________
(La firma in calce alla domanda non richiede
l’autenticazione ai sensi della legge 127/1997)
5 Indicare la Pubblica Amministrazione, il tipo di servizio, la durata, le eventuali cause di risoluzione del rapporto di
impiego.
22
Allegato B
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DELL’ATTO DI NOTORIETÀ
(art.47 D.P.R. 28/12/2000, n.445)
..l.. sottscritt.. cognome …………………….. nome…………………., nat… a ………………………
(prov.) ……………………………. il …………………… residente in ……………………………
(prov.) ……………………………. Via ……………………………..…………………………………..
(c.a.p.) …………. e domiciliato a …………………………………….. in Via ……………………….
(c.a.p.) …………. Tel.: ………………………., con riferimento all’istanza di partecipazione alla
pubblica selezione, per titoli e colloquio, degli aspiranti al conferimento degli assegni per la
collaborazione all’attività di ricerca relativa al D.R. n. _______ del ______ per la Facoltà di
____________ il settore scientifico disciplinare ____________, programma di ricerca:
_________________________________________
ai sensi e per gli effetti della legge 4 gennaio 1968, n. 15 e del D.P.R. n. 445/2000, consapevole delle
conseguenze penali in caso di dichiarazione mendace:

DICHIARA:
che le seguenti copie alla presente e vidimate in ogni facciata dal dichiarante medesimo, sono
conformi all’originale:
1. ………………………………………………..;
2. ………………………………………………..;
3. ………………………………………………..;
4. ………………………………………………..;

Luogo e data, ………………………….;
Il Dichiarante
……………………………
23
Allegato C
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI CERTIFICAZIONE
(art.46 D.P.R. 28 /12/ 2000, n. 445)
..l.. sottscritt.. cognome …………………….. nome…………………., nat… a ………………………
(prov.) ……………………………. il …………………… residente in ……………………………
(prov.) ……………………………. Via ……………………………..…………………………………..
(c.a.p.) …………. e domiciliato a …………………………………….. in Via ……………………….
(c.a.p.) …………. Tel.: ………………………., con riferimento all’istanza di partecipazione alla
pubblica selezione, per titoli e colloquio, degli aspiranti al conferimento degli assegni per la
collaborazione all’attività di ricerca relativa al D.R. n. _______ del ________________ per la Facoltà
di ____________ il settore scientifico disciplinare _________________________, programma di
ricerca: ________________________________________________________________
consapevole che le dichiarazioni mendaci sono punite ai sensi del codice penale e delle leggi speciali
in materia,

DICHIARA:
……………………………………………………………………………………………………………..
……………………………………………………………………………………………..……………..

Luogo e data, ………………………….

Il Dichiarante
……………………………

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>