Comune di Avellino: concorso per 2 posti come ragioniere

di Martina 1

Buongiorno,

nuova settimana e nuovi concorsi.

Con questo, di cui vi riporto il bando integrale, andiamo ad Avellino.

Il concorso è per 2 ragionieri e la domanda deve essere presentata entro il 19 gennaio 2009.

COMUNE DI AVELLINO

SETTORE PERSONALE E PROGETTI SPECIALI


SELEZIONE PUBBLICA , PER TITOLI ED ESAMI, PER LA COPERTURA A TEMPO INDETERMINATO DI N. 2 POSTI DI RAGIONIERE CATEGORIA C POSIZIONE ECONOMICA C1

IL DIRIGENTE DEL SETTORE PERSONALE

In esecuzione alla delibera di Giunta Comunale n.404 del 26/6/2008;

Visto il Regolamento per le selezioni pubbliche del Personale e le altre procedure di assunzione approvato con delibera di Giunta Comunale n.690 del 23.12.2005;

R E N D E N O T O

E indetta una selezione pubblica, per titoli ed esami, per la copertura a tempo indeterminato di n. 2 posti di RAGIONIERE Categoria C Posizione Economica C1.
L Amministrazione Comunale garantisce pari opportunità tra uomini e donne per l accesso al lavoro così come previsto dal D. Lgs. 11.4.2006, n.198 Codice delle pari opportunità tra uomo e donna a norma dell art.6 della legge 28 novembre 2005, n. 246 .

Art.1
Riserve

Opera la riserva ai sensi dell art.18 comma 6, D.Lgs. n.215/2001, art.11 comma 1 lett. c) d. lgs. 31.7.2003 n.236 :
a favore dei volontari in ferma breve o in ferma prefissata quinquennale delle tre forze armate, congedati senza demerito,anche al termine o durante le eventuali ferme contratte;
a favore degli ufficiali di complemento in ferma biennale e degli ufficiali di complemento in ferma prefissata, che hanno completato senza demerito la ferma contratta.
Opera la riserva a favore delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata ai sensi della Legge 23.11.1998, n.407.
Le suddette riserve saranno applicate sui posti complessivamente oggetto di selezione in sede di
assunzione, secondo i limiti e le modalità previste all art.5 del D.P.R. 487/94 e saranno
applicate anche in sede di eventuale successiva utilizzazione della graduatoria come indicato
all art.13.
Le riserve di cui ai precedenti punti, ai sensi dell art.5 del D.P.R. 487/94 non possono complessivamente superare la metà di tutti i posti a selezione.
Ove il numero dei partecipanti titolari delle riserve in parola, superi detto limite, verrà attuata la riduzione dei posti da riservare in misura proporzionata per ciascuna categoria.
Le frazioni dei posti , derivanti dall applicazione delle percentuali, superiori allo 0,5% saranno arrotondate per eccesso e quelle inferiori allo 0,5% saranno arrotondate per difetto.
Coloro che intendono avvalersi delle riserve previste dal presente articolo devono farne espressa menzione nella domanda di partecipazione al concorso, pena la decadenza del beneficio.
.
Art.2
Trattamento Economico

Per l importo mensile del trattamento economico, fisso e continuativo, si applicherà il Contratto di
Comparto vigente al momento della sottoscrizione del contratto individuale di lavoro per la categoria C posizione economica C1 e tutti i miglioramenti contrattuali che si dovessero avere durante il periodo di durata del contratto individuale.
Saranno inoltre corrisposti: la tredicesima mensilità, l eventuale assegno per il nucleo familiare ed altre indennità se ed in quanto dovute.
Il trattamento economico è soggetto alle ritenute previdenziali e fiscali nelle misure stabilite dalla legge.
Art.3
Requisiti richiesti per l ammissione

Per la partecipazione alla presente procedura selettiva è richiesto il possesso dei seguenti requisiti:
Età non inferiore a 18 anni e non superiore all età prevista dalle norme vigenti in materia di
collocamento a riposo.
Cittadinanza italiana. Possono essere ammessi al concorso i cittadini degli stati membri dell Unione Europea che abbiano i requisiti di cui al D.P.C.M. 174 del 7 febbraio 1994, pubblicato nella G.U. del 15 febbraio 994, n.61.
Pieno Godimento dei diritti civili e politici
Assenza di condanne penali che salvo riabilitazione possano impedire l instaurarsi e/o il mantenimento del rapporto di impiego;
Non essere stati esclusi dall elettorato attivo né essere stati licenziati per persistente
insufficiente rendimento da una pubblica amministrazione ovvero per aver conseguito
l impiego stesso attraverso dichiarazioni mendaci o produzione di documenti falsi o viziati
da invalidità non sanabile;
Non essere stati dichiarati decaduti da un impiego statale, ai sensi dell art.127, primo comma, lettera d) del Testo Unico delle disposizioni concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con Decreto del Presidente della Repubblica 10.1.57, n.3
TITOLO DI STUDIO: diploma di ragioniere e perito commerciale o diploma di perito
turistico o diploma di segretario di amministrazione
Idoneità fisica all impiego e alle mansioni proprie del profilo professionale del posto messo
a selezione, fatta salva la tutela per i portatori di handicap di cui alla Legge 104/1992.
L Amministrazione ha facoltà di sottoporre a visita medica di controllo il vincitore della
selezione.
Per i candidati di sesso maschile: essere in regola con le norme concernenti gli obblighi di
leva e quelli relativi al servizio militare.
Conoscenza di almeno una lingua straniera tra francese/inglese.
Conoscenza dell uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse
I requisiti prescritti devono essere posseduti entro il termine stabilito per la presentazione della
domanda ed al momento dell assunzione.
La mancanza anche di uno solo dei sopraindicati requisiti comporta l esclusione dalla selezione.
Per difetto dei requisiti di ammissione, l Amministrazione può disporre in ogni momento
l esclusione dalla procedura selettiva.
Art. 4
Titoli che danno luogo a preferenza o precedenza a parità di punteggio

I concorrenti, che nei pubblici concorsi hanno preferenza, a parità di merito con altri candidati, sono
quelli appartenenti alle categorie di seguito elencate. A parità di merito, i titoli di preferenza sono,
nell ordine:
1. gli insigniti di medaglia al valore militare;
2. i mutilati ed invalidi di guerra ex combattenti;
3. i mutilati ed invalidi per fatto di guerra;
4. i mutilati ed invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
5. gli orfani di guerra;
6. gli orfani dei caduti per fatto di guerra;
7. gli orfani dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
8. i feriti in combattimento;
9. gli insigniti di croce di guerra o di altra attestazione speciale di merito di guerra, nonché i capi di famiglia numerosa;
10. i figli dei mutilati e degli invalidi di guerra ex combattenti;
11. i figli dei mutilati e degli invalidi per fatto di guerra;
12. i figli dei mutilati e degli invalidi per servizio nel settore pubblico e privato;
13. i genitori, vedovi non risposati i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti d in guerra;
14. i genitori, vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per fatto di guerra;
15. i genitori vedovi non risposati, i coniugi non risposati e le sorelle ed i fratelli vedovi o non sposati dei caduti per servizio nel settore pubblico e privato;
16. coloro che abbiano prestato servizio militare come combattenti;
17. coloro che abbiano prestato lodevole servizio a qualunque titolo, per non meno di un anno nell’amministrazione che ha indetto il concorso;
18. i coniugati e i non coniugati con riguardo al numero dei figli a carico;
19. gli invalidi ed i mutilati civili;
20. militari volontari delle Forze Armate congedati senza demerito al termine della
ferma o rafferma.
A parità di merito, qualora i candidati appartengano alla stessa categoria fra quelle sopra indicate, la
precedenza è determinata:
a. dal numero dei figli a carico, indipendentemente dal fatto che il candidato sia coniugato o

meno;b. dall’aver prestato lodevole servizio nelle amministrazioni pubbliche.
Art.5
Modalità di presentazione della domanda

Le domande di ammissione alla selezione, indirizzate al Sindaco del Comune di Avellino e redatte
utilizzando lo schema allegato al presente bando, devono pervenire al Comune di Avellino entro
il 19 gennaio 2009. Ove tale termine scada il giorno festivo, deve intendersi prorogato
automaticamente al primo giorno non festivo.
Si considerano prodotte in tempo utile le domande spedite a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento, entro il termine sopraindicato. A tal fine fa fede il timbro a data dell ufficio postale accettante. Saranno comunque escluse le domande che spedite mediante il servizio postale dovessero pervenire al Comune di Avellino successivamente al 20° giorno di scadenza del bando anche se spedite in tempo utile. La busta deve presentare, a pena di esclusione, la dicitura Contiene domanda di partecipazione a selezione e l esatta denominazione della stessa nonché il proprio nome,cognome e indirizzo.
L Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendente da mancanza o inesatte indicazioni del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento di indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici o comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
Art.6
DICHIARAZIONI CHE DEVONO ESSERE CONTENUTE NELLA DOMANDA:

Nella domanda , indirizzata al Sindaco del Comune di Avellino e redatte utilizzando lo schema
allegato alla presente, il candidato deve dichiarare, pena esclusione dalla selezione stessa, sotto la
personale responsabilità e consapevole delle sanzioni penali previste dall art.76 del D.P.R.
28.12.2000, N.445 per le ipotesi di falsità in atti e di dichiarazioni mendaci:
a) nome e cognome ( per le donne coniugate, va comunque indicato il cognome da nubile);
b) data e luogo di nascita
c) codice fiscale
d) residenza, recapiti telefonici anche mobili e indirizzo e-mail;
e) stato civile;
f) possesso della cittadinanza italiana o appartenenza all unione Europea ai sensi del Decreto del
Presidente del Consiglio dei Ministri del 07.02.1994 n.174;
g) godimento dei diritti civili e politici;
h) Comune nelle cui liste elettorali è iscritto, ovvero i motivi della non iscrizione o della
cancellazione dalle liste medesime;
i) Eventuali condanne penali riportate, precisando altresì se vi siano procedimenti penali in corso,
ovvero di non aver riportato condanne penale né di avere procedimenti penali in corso;
j) Di non essere sottoposto a misure di prevenzione né di esserlo mai stato;
k) Di non essere stato destituito o dispensato dall impiego presso una Pubblica Amministrazione
per persistente insufficiente rendimento, ovvero di non essere stato dichiarato decaduto da un
impiego statale, ai sensi dell art.127, 1° comma, lettera d) del testo unico delle disposizioni
concernenti lo statuto degli impiegati civili dello Stato, approvato con DPR. N.3 del 10
gennaio 1957;
l) Di non aver subito risoluzioni dall impiego presso Pubbliche Amministrazione;
m) Di essere in possesso dell idoneità fisica all impiego;
n) Di essere in possesso del diploma prescritto dal bando di __________________________
conseguito presso l Istituto ___________________________ di ____________________
nell anno scolastico _____________ con votazione ______________
o) Se cittadino straniero, buona conoscenza parlata e scritta della lingua italiana;
p) La lingua straniera: inglese/francese in ordine alla quale si vuole sostenere la prova orale;
q) La capacità di utilizzo della apparecchiature e applicazioni informatiche più diffuse(Word,
excel, powerpointi, publisher,access, onenote,visio, internet,outlook),
r) Gli eventuali titoli che danno diritto di riserva, di precedenza o preferenza a parità di punteggio
(nel caso di mancata indicazione della domanda non potranno essere presi in considerazione
in nessun successivo momento) ;
s) I candidati portatori di handicap, ai sensi della legge 5.2.199, n.104, devono specificare nella
domanda di partecipazione, in relazione al proprio handicap, l ausilio necessario di cui hanno
necessità per l espletamento della prova e la necessità di eventuali tempi aggiuntivi;
t) Di accettare senza riserva le condizioni stabilite dal bando di selezione pubblica, nonché da
leggi e regolamenti in vigore al momento dell assunzione, ivi comprese quelle previste dal
vigente C.C.N.L;
u) Di accettare, in caso di assunzione,tutte le disposizioni che regolano lo stato giuridico dei
dipendenti, ivi comprese quelle previste dal vigente C.C.N.L.;
v) Di essere a conoscenza del fatto che le false dichiarazioni comportano sanzioni penali cui fa
rinvio l art.76 D.P.R. 445/2000;
w) Il domicilio, completo di ogni tipologia di recapito anche mobile e di posta elettronica, presso il
quale devono, ad ogni effetto, essere trasmesse le comunicazioni relative alla selezione, dando
atto che, in carenza della suddetta indicazione, le comunicazioni saranno inoltrate presso la
residente dichiarata al precedente punto d) .
La dichiarazione di idoneità fisica all impiego è attestazione non sostituibile ai sensi dell art.49 del
D.P.R. sopra citato e pertanto dovrà essere accertata al momento dell assunzione tramite
certificazione medica.
Le dichiarazioni mendaci e la falsità in atti comportano responsabilità penale ai sensi dell art.76 del
D.P.R. 445/2000 nonché le conseguenze di cui all art.75 del D.P.R. 445/2000(decadenza dai
benefici eventualmente prodotti dal provvedimento emanato sulla base di una dichiarazione non
veritiera).
L Amministrazione si riserva la facoltà di procedere a controlli, anche a campione, sulla veridicità
delle dichiarazioni effettuate.
Qualora l Ente rilevi, direttamente o su segnalazione di altri, dichiarazioni non veritiere dispone,
salvo gli ulteriori procedimenti, la decadenza dalla graduatoria dei concorrenti non assunti che
abbiano presentato dichiarazioni non veritiere sui requisiti essenziali alla partecipazione al
concorso, o la variazione della graduatoria inserendo il concorrente nella posizione spettante, in
caso di dichiarazione non veritiera su titoli aggiuntivi o di preferenza o precedenza.
Nel caso in cui l assunzione sia già avvenuta l Ente si riserva la facoltà di adottare tutti i
provvedimenti previsti dalla norma civilistica e/o contrattuale.
La domanda di partecipazione alla selezione deve essere sottoscritta dal candidato, pena la nullità
della stessa. Ai sensi dell art.39 D.P.R. 445/2000 la firma non deve essere autenticata.
A norma della legge 675 del 27 dicembre 1996, la firma apposta varrà anche come autorizzazione
all Ente ad utilizzare i dati personali per i fini dei procedimenti di assunzione ,per fini occupazionali
dandone comunicazione ad altri Enti Pubblici.
Art.7
Regolarizzazione della domanda

Le domande di ammissione che presentino irregolarità sanabili potranno essere regolarizzate, a giudizio insindacabile della Commissione Esaminatrice, entro il termine tassativo che si riterrà di stabilire.
Non è sanabile e comporta l esclusione immediata dalla Selezione, oltre a quanto indicato nelle
precedenti prescrizioni.
L incompletezza e l irregolarità delle indicazioni contenute nella domanda non sanabili;
l omissione dell indicazione nella domanda di partecipazione alla selezione, di una o più delle
dichiarazioni richieste;
omissione dell indicazione della selezione alla quale s intende partecipare,
omissione della firma in calce alla domanda di partecipazione,
la mancata spedizione della domanda entro il termine perentorio di scadenza;
il mancato pagamento della tassa di selezione entro il predetto termine.
Alla domanda di ammissione deve allegarsi:
1. Ricevuta comprovante l avvenuto pagamento della tassa di Selezione di 20,00 da
effettuarsi con c/c postale n.10477834 intestato al Servizio Tesoreria Comune di Avellino
specificando la causale : Tassa Selezione per la partecipazione alla selezione pubblica e
l esatta denominazione della stessa.
2. La tassa suddetta non è rimborsabile. E sanabile la mancata acclusione della ricevuta del
versamento della tassa di ammissione alla Selezione, qualora la tassa risulti versata entro la
data di scadenza dell avviso.
3. Curriculum vitae che illustri il percorso formativo e professionale del candidato,
debitamente documentato, datato e sottoscritto;
4. Elenco dei documenti allegati alla domanda
5. Copia fotostatica di documento di identità
La mancanza o l incompletezza di uno dei allegati sopra indicati,( salvo l eventuale sanabilità del punto 2) comporta l esclusione dal concorso.
Non sono soggetti all imposta di bollo le domande ed i relativi documenti per la partecipazione ai
concorsi presso le pubbliche Amministrazioni, ai sensi della Legge. n. 370/1988, cui si fa espresso
rinvio.
I titoli possono essere prodotti in originale o in copia legale o autenticata ai sensi di legge, ovvero
autocertificati nei casi e nei limiti previsti dalla normativa vigente in materia, o in fotocopia
accompagnata da dichiarazione sostitutiva di certificazione e/o dell atto di notorietà resa ai sensi
degli artt.46 e 47 del D.P.R. 28.12.2000,N.445.
Qualora la dichiarazione sostitutiva sia relativa ai requisiti di ammissione e/o a titoli che possano dar luogo anche a valutazione, l interessato è tenuto a specificare con esattezza tutti gli elementi e i dati necessari affinché la commissione esaminatrice sia posta nella condizione di poter determinare con certezza il possesso dei requisiti e/o la valutabilità delle dichiarazioni ai fini dell attribuzione
del punteggio per esse previste.
Art.8
Valutazione dei titoli e prove d esame

Il punteggio massimo di punti 100, assegnato alla Commissione per la valutazione di titoli e prove
d esame, è ripartito nell ambito dei seguenti gruppi:
Titoli culturali Max punti 20
Titoli di servizio e professionali Max punti 10
Curriculum Max punti 10
Prova scritta Max punti 30
Prova orale Max punti 30
Titoli culturali (massimo 20 punti).
a) votazione conseguita nel titolo di studio prescritto per l accesso :
se il voto di diploma è espresso in 60/mi , fino alla votazione di 49/60 punti 0
se il voto di diploma è espresso in 100/mi, fino alla votazione di 86/100 punti 0
Votazione in 60/mi Votazione in 100/mi
50/60 87-87/100 punti 1
51/60 88-89/100 punti 2
52/60 90-91/100 punti 3
53/60 92-93/100 punti 4
54/60 94-95/100 punti 5
55/60 96-97/100 punti 6
56/60 98/100 punti 7
57/60 99/100 punti 8
58-59/60 100/100 punti 9
60/60 100 lode punti 10
b) Laurea di primo livello in Economia o Equipollente punti 3
c) Laurea Magistrale o Specialistica in Economia o Equipollente punti 4
d) Master di 1°/ 2° Livello Dottorato di ricerca punti 3
Titoli di servizio e professionali ( massimo 10 punti)
Nell ambito di tale categoria sono valutabili i servizi di ruolo e non di ruolo prestati presso le
pubbliche amministrazioni di cui all art.1, comma 2, del d.lgs. 165/2001 nonchè le attività di
collaborazione coordinata e continuativa svolte presso pubbliche amministrazioni.
Al servizio di ruolo, non di ruolo prestato presso pubbliche amministrazioni in posti uguali,
analoghi o superiori rispetto al posto messo a concorso viene attribuito il seguente punteggio: punti
0,15 per ogni mese o frazione superiore a 15 giorni.
La stessa valutazione sarà effettuata per servizio di collaborazione coordinata e continuata
prestato
presso pubbliche amministrazioni con profilo professionale uguale, analogo o superiore rispetto al
posto messo a concorso.
Valutazione curriculum professionale (massimo punti 10)
Nel curriculum professionale e formativo, sono valutate le attività professionali e di studio,
formalmente documentate, idonee ad evidenziare il livello di qualificazione professionale rispetto
alla posizione funzionale da conferire, ivi compresi idoneità in posti analoghi o superiori nelle
pubbliche amministrazioni.
L attribuzione del punteggio riservato al curriculum viene effettuata dalla commissione dando
considerazione unitaria al complesso della formazione ed esperienze culturali e professionali
illustrate dal concorrente nel curriculum presentato, tenendo particolare conto di incarichi speciali
svolti, nonché di attività e di ogni altro elemento di valutazione dei candidati, rilevanti ai fini della
posizione da ricoprire, che non abbia già dato luogo all attribuzione di punteggio nelle altre
categorie di titoli.
I titoli valutabili ai fini della selezione devono essere stati conseguiti entro i termini di scadenza dell avviso di selezione e sono valutati ai soli candidati che hanno partecipato alle prove previste. I titoli dichiarati o allegati alla domanda non possono essere ulteriormente integrati né regolarizzati, in fase successiva alla scadenza dell avviso di selezione.
Art.9
Procedura di Selezione.

La valutazione dei titoli di cui all art. 7. è effettuata dopo le prove e prima che si proceda alla valutazione delle stesse.
In relazione al numero delle domande presentate, la Commissione potrà effettuare una prova di
preselezione, ai sensi dell at.10 del vigente regolamento per le selezioni pubbliche del personale,
mediante somministrazione di test sulle materie oggetto del concorso. I punteggi saranno attribuiti
in base alle risposte positive e, comunque non concorreranno alla formazione del voto finale di
merito. Nel caso di parità di punteggio dell ultimo classificato la graduatoria degli ammessi alle
prove includerà tutti coloro che hanno conseguito un punteggio pari a quello dell ultimo
classificato. Si avverte che durante la prova, a pena di esclusione dalle procedure concorsuali, non
è permesso consultare testi di legge e di regolamento, manuali tecnici, codici e simili.
Art.10
Prove d esame

Le prove di esame consisteranno in una prova scritta e in una prova orale. L assenza o il ritardo anche ad una sola prova costituisce rinuncia espressa alla selezione.
Esclusivamente in relazione al colloquio è discrezione della Commissione ammettere eventuali candidati presentatesi in ritardo giustificato.
La prova scritta è a contenuto teorico-pratico su caratteristiche, contenuti e forme di:
Atti deliberativi Atti amministrativi o documenti di natura contabile.
Colloquio su:
a) Argomenti della prova scritta
b)Nozioni di diritto penale
limitatamente al Titolo II
Capo I Dei delitti dei pubblici ufficiali contro la pubblica amministrazione ;
c) Ordinamento degli Enti Locali (Testo Unico)
d)Normativa in materia di procedimento amministrativo e di diritto di accesso ai documenti amministrativi, sulla pubblicità degli atti, sulle prestazioni lavorative alternative al lavoro subordinato, in materia di tutela delle persone e di altri soggetti rispetto al trattamento dei dati personali;
e)principi e metodi per la redazione di atti e provvedimenti normativi a carattere generale (Statuto e
Regolamenti),
f)Elementi del piano esecutivo di gestione;
g)Nozioni di matematica finanziaria e scienze delle finanze;
h) Ordinamento Tributario dello Stato e degli Enti Locali;
i) Normativa fiscale e previdenziale;
l) nozioni di diritto civile (Libri III° e IV°) e di diritto amministrativo.
m)accertamento della conoscenza dell uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche
più diffuse nonché di almeno una lingua straniera a scelta fra inglese e francese .
Del giudizio conclusivo della conoscenza della lingua straniera e dell uso delle apparecchiature e
delle applicazioni informatiche si tiene conto ai fini della determinazione del voto relativo alla
prova orale.
Ogni prova avrà una valutazione espressa in trentesimi e si intende superata se il candidato
consegue un punteggio di almeno 21/30.
Art.11
Diario delle prove

L elenco dei candidati ammessi,il diario della eventuale preselezione, della prova scritta e della prova orale nonché il luogo della loro effettuazione, è portato a conoscenza dei candidati mediante pubblicazione sul sito internet: www.comune.avellino.it nella sezione dedicata ai concorsi, verrà altresì comunicato ai candidati ammessi alla selezione non meno di quindici giorni prima dell inizio
delle prove.

Art.12
Formulazione della graduatoria ed assunzione

La Commissione esaminatrice formula graduatoria di merito, dei candidati idonei sulla base dei
punteggi conseguiti nelle singole prove d esame e nella valutazione dei titoli culturali, di servizio e
professionali.
Se due, o più candidati, ottengono, a conclusione delle operazioni di valutazione dei titoli , delle prove d esame e dei titoli che danno luogo a preferenze o precedenze, pari punteggio, è preferito il candidato più giovane d età.
La graduatoria di cui sopra è approvata con determinazione del dirigente del Settore Personale.
.
La graduatoria generale di merito sarà resa pubblica mediante l affissione all Albo del Comune di Avellino e suo sito INTERNET. Dalla data di pubblicazione della graduatoria nel sito decorre il
termine per eventuali impugnative.
I vincitori saranno invitati a produrre la prescritta documentazione necessaria per l accesso al posto
ivi compreso il certificato medico di idoneità specifica al posto da ricoprire rilasciato dal
competente Servizio Sanitario Nazionale.
Il provvedimento di decadenza dall assunzione viene determinato oltre che per l insussistenza dei
requisiti precisati nel bando della procedura anche per la mancata presentazione in servizio da parte
dell interessato
Art,13
Trattamento dei dati personali

Il trattamento dei dati personali che riguardano i candidati, direttamente forniti dagli stessi in sede di partecipazione al bando acquisiti presso terzi in conformità alla legge, è finalizzato unicamente all’ espletamento delle attività connesse alla presente selezione e alle formalità relative alla eventuale assunzione.

Art.14
Restituzione della documentazione

I candidati possono richiedere, entro sei mesi dall espletamento della procedura, la restituzione, con spese a loro carico, della documentazione presentata ai fini della selezione. La restituzione viene effettuata salvo eventuale contenzioso in atto .Trascorso tale termine, il Comune di Avellino non è più responsabile della conservazione e restituzione della documentazione.

Art.15
Comunicazione ai sensi degli artt.7 e 8 della legge n.241/1990

Si informa che la comunicazione di avvio di procedimento, ai sensi dell art.7 della L.241/1990, si intende anticipata e sostituita dal presente bando e dall atto di adesione allo stesso da parte del candidato, attraverso la sua domanda di partecipazione.

Si comunica che il responsabile del procedimento amministrativo è la sig. Eralda Sica
Settore Personale e che il procedimento stesso avrà avvio a decorre dalla data di scadenza per la
presentazione delle domande prevista dall avviso.
Il termine di conclusione del procedimento è fissato entro sei mesi dalla formazione della
graduatoria.

L Amministrazione Comunale di Avellino si riserva la facoltà di modificare, prorogare ed eventualmente revocare il presente bando di selezione per motivi di pubblico interesse.
Per tutto quanto non previsto dal presente bando si applicano le norme contenute nel regolamento per la disciplina dei concorsi presso il Comune di Avellino e la normativa vigente in materia concorsuale in quanto compatibile.
Copia del bando potrà essere scaricata dal sito: www.comune.avellino.it
Avellino lì 19 dicembre2008

IL DIRIGENTE SETTORE
PERSONALE E PROGETTI SPECIALI
Ing. Francesco Tizzani

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>