Conciliazione lavoro e famiglia: a Milano c’è il servizio di pre-scuola

di Redazione Commenta

A Milano per i genitori è più facile conciliare lavoro e famiglia grazie al servizio di giochi serali e di pre-scuola che il Comune ha finanziato con 4,4 milioni di euro. A darne notizia è l’Amministrazione comunale nel precisare come il servizio sia in funzione per gli alunni delle scuole elementari statali la mattina, dalle ore 7,30 alle ore 8,30, e nel pomeriggio dalle ore 16,30 alle ore 18. In questo modo, a favore dei genitori, magari proprio per motivi di lavoro, i bambini possono stare a scuola prima del normale inizio o dopo la conclusione della giornata permettendo una maggiore conciliazione tra lavoro e famiglia. Per l’accesso al servizio l’Amministrazione chiede annualmente un contributo pari a 26 euro, mentre il contributo mensile da pagare, in funzione del reddito familiare, varia da zero fino ad un massimo di 26 euro fermo restando che si paga una sola quota anche per due o più fratelli, e che il servizio di frequenza dell’alunno è gratuito se diversamente abile.

Grazie agli stanziamenti, quindi, il servizio di pre-scuola e di giochi serali sarà attivo nelle primarie milanesi per altri due anni al fine di poter permettere ai figli di stare in un luogo sicuro. In particolare, secondo quanto rende noto il Comune di Milano, nell’ora di pre-scuola vengono svolte attività di tipo ricreativo e ludico, mentre nella fascia dei giochi serali vengono svolte attività artistiche e ludiche, ma anche didattiche, linguistiche e di tipo sportivo/motorio.

Complessivamente i bambini interessati sono quasi seimila per il servizio di pre-scuola, e quasi 5.200 per quello dei giochi serali. Secondo quanto dichiarato da Mariolina Moioli, Assessore alla Famiglia, alla Scuola ed alle Politiche sociali del Comune di Milano, il servizio di pre-scuola e di giochi serali è molto apprezzato, ragion per cui è stato deciso di rinnovarlo in modo tale da venire incontro alle esigenze di conciliazione tra lavoro e famiglia del maggior numero possibile di famiglie milanesi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>