Dichiarazione redditi fai da te

di Redazione 1

Con l’avvicinarsi del periodo della necessaria dichiarazione dei redditi, aumentano le richieste su come poter effettuare tale comunicazione in maniera autonoma o a costi fortemente ribassati. Poter svolgere una dichiarazione dei redditi fai da te non è certamente operazione impossibile, sebbene occorra compiere un po’ di attenzione nel districarsi correttamente tra i dati dei versamenti e quelli patrimoniali.

Ricordiamo inoltre che la dichiarazione dei redditi attraverso modello UNICO non è necessaria se il contribuente è lavoratore dipendente percettore di CUD, e se al di là dei redditi ottenuti da lavoro subordinato non è risultato essere percettore di altri redditi, né possiede la necessità di richiedere alcun rimborso (si pensi all’ipotesi di portare in detrazione i costi delle cure sanitarie, o ancora dell’acquisto di farmaci, e altro ancora).

Nell’ipotesi inversa, il contribuente potrà procedere alla compilazione del modello UNICO in maniera completamente autonoma. Il primo passo è certamente relativo all’iscrizione sul sito internet dell’Agenzia delle Entrate, all’indirizzo http://fisconline.agenziaentrate.it, dove sarà possibile usufruire di alcuni servizi molto utili per poter gestire in maniera indipendente la propria dichiarazione dei redditi.

In particolare, sarà possibile poter consultare la sezione del “Cassetto fiscale”, nel quale ottenere tutte le informazioni relative ai dati da comunicare:
Dati del contribuente (verifica dell’esattezza dei dati anagrafici)
Dati reddituali (dati delle dichiarazioni fiscali, nonché comunicazioni periodicamente inviate)
Dati dei rimborsi (dati relativi ai rimborsi erogati con la liquidazione della dichiarazione dei redditi)
Dati dei versamenti: dati dei versamenti effettuati tramite modelli F23 e F24
Dati patrimoniali: dati relativi agli atti registrati presso gli uffici dell’Agenzia delle Entrate

Inoltre, sarà possibile poter comunicare all’Agenzia delle Entrate i dati del proprio conto corrente, e presentare eventualmente una richiesta di annullamento di una dichiarazione per cancellare dichiarazioni erroneamente trasmesse.

Se le informazioni da comunicare all’Agenzia delle Entrate sono piuttosto basilari, sarà possibile quindi procedere alla compilazione autonoma della dichiarazione dei redditi. Tuttavia, in caso di rimborsi complessi, o in caso di redditi provenienti da lavoro non dipendente, è ancora bene rivolgersi a un consulente che possa pianificare nel migliore dei modi la presentazione delle comunicazioni.

CUD 2012, UTILITA’ E TERMINI DI CONSEGNA

LA TASSAZIONE PER BORSE DI STUDIO E PREMI

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>