Disoccupazione: senza lavoro anche la salute ne risente

di Filadelfio 2

Quali effetti ha sulla salute l’essere disoccupato? Ebbene, all’inizio, dopo aver perso il posto di lavoro c’è di norma una grande motivazione, grinta e voglia di riscattarsi, ma dopo aver magari inviato centinaia di curriculum, e non aver ricevuto un’offerta di lavoro degna di questo nome, le cose possono cambiare drasticamente. Alla lunga, infatti, col trascorrere dei mesi lo “status” di disoccupato può iniziare a pesare come un macigno al punto da generare sensi di colpa, vergogna, depressione, ma anche angoscia, insonnia ed un senso di insicurezza permanente. Non a caso, secondo il professor Francesco Campione, fondatore a Bologna del centro «Primomaggio», nonché specialista nel campo della psicologia medica, sostiene che tra i senza lavoro il rischio di essere soggetti a forme di depressione è pari al 100%.

Questo significa che tutti i senza lavoro sono soggetti al potenziale rischio di ammalarsi per effetto di quella che è in tutto e per tutto una sindrome da disoccupazione perché non ci si sente produttivi, ed anche a causa del fatto che lo “status” di disoccupato crea la mancanza di reddito. Secondo il professor Francesco Campione, inoltre, in accordo con quanto riporta il Corriere.it, i disoccupati più soggetti a contrarre la depressione spesso tendono anche ad essere non solo più aggressivi, ma anche ad iniziare a fare uso di droga ed alcol.

Insomma, il disoccupato è quindi una persona il cui comportamento, nei casi più gravi, può avere anche delle ripercussioni sociali non indifferenti. Ma la questione non riguarda solamente l’operaio che prima viene messo in cassa integrazione e poi viene definitivamente espulso dal ciclo produttivo; il disoccupato a rischio di essere affetto da depressione e da disturbi della personalità è anche chi ha perso un posto di lavoro di livello, magari come dirigente, considerato magari come l’unica strada per poter raggiungere un’affermazione sia personale, sia sociale.

Commenti (2)

  1. io mi sento esattamente come quella persona in figura. Ho una laurea in ingegneria da più di 1 anno, ma non riesco a trovare un lavoro, nè come ingegnere e nè come pescivendolo, niente di niente.

    1. Ciao Mirko,

      il mio consiglio (che potrà sembrarti estremamente banale) è quello di non mollare e di continuare ad inviare cv.

      se riesci, prova a fare qualche corso anche di quelli gratuiti che vengono organizzati più o meno durante tutto l’anno;un modo per aggiornarsi e tenersi informati.

      ciao,

      Martina

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>