Se sei giovane non lavori

di Martina Commenta

Una delle poche certezze è che l’Italia è quel paese in cui i giovani non riescono ad entrare nel mondo del lavoro mentre i più anziani non riescono più ad uscirne; questo come è facilmente intuibile ha ripercussioni negative sull’economia italiana che continuerà a non crescere. Non si assiste a quel passaggio generazionale tanto auspicato e necessario; un passaggio indispensabile per un paese che continua ad invecchiare e dove per via di questa interminabile crisi i giovani sono sempre più scoraggiati e pronti con la valigia in mano a partire e ricominciare a vivere e sperare in un altro paese.

Giovani desiderosi di mettere in pratica quanto appreso durante il percorso scolastico e universitario; “anziani” che dopo tanti anni di duro lavoro vorrebbero solo godere della pensione. Purtroppo il desiderio di entrare nel mondo del lavoro e quello di uscirne si scontrano con la realtà: una realtà fatta di burocrazia, assurda e inconcepibile.

Ne parliamo sulla pagina Facebook di GazzettaDelLavoro

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>