Lavorare all’estero come infermiere

di Redazione Commenta

Esistono molte professioni che si possono esportare all’estero quando ci si trova nella necessità di cambiare la propria vita e il proprio lavoro. Una di questo è sicuramente quella dell’infermiere, una figura professionale molto richiesta anche dalle nazioni che ci circondano, e che il più delle volte all’estero accede a condizioni migliori di quelle che si possono trovare in Italia. In questo post vogliamo quindi dare a tutti gli interessati alcune informazioni utili su come esportare la propria professione di infermiere in una nazione diversa dall’Italia. 

Medici senza frontiere cerca operatori in Italia e all’estero

In questo post scoprirete ad esempio come iniziare la vostra ricerca di un impiego all’estero nel campo dell’infermieristica, quali sono i primi passi da muovere e quali sono i requisiti minimi indispensabili per avere successo in tale professione.

Altri concorsi per medici e dirigenti nella sanità pubblica – Giugno 2014

Lavorare all’estero come infermiere

Come nella maggior parte delle professioni da svolgere all’estero, il primo requisito per trovare lavoro – il lavoro che si desidera e non ovviamente un lavoro qualsiasi – è quello di conoscere molto bene la lingua locale. Nessuno infatti all’estero sarebbe disposto ad assumere un lavoratore che non conosca la lingua del posto perché sarebbe controproducente. Il consiglio è quindi quello di investire su questa competenza qualora si voglia trasferirsi all’estero.

Numerosi sono i paesi europei in cui è possibile svolgere la professione di infermiere. Non sarà difficile quindi decidere dove cercare lavoro, ma la lista può restringersi maggiormente a quei paesi in cui è nota l’esistenza di una penuria strutturale di tale figura professionale.

Dove cercare lavoro all’estero come infermiere

Ecco quali sono le nazioni interessate:

  • Regno Unito
  • Australia
  • Canada
  • Germania
  • Francia.

Nel Regno Unito, cioè in Inghilterra, il sistema sanitario nazionale è in parte pubblico e in parte privato. Quello pubblico si chiama National Health Service – NHS – e per ogni categoria professionale esiste in genere un sito informativo in cui reperire le informazioni necessarie. Quello relativo agli infermieri è il National Health Service – NHS.

In Australia il personale medico e infermieristico è tra i più ricercati del mercato del lavoro. Il sistema sanitario nazionale si chiama Medicare, e può essere considerato parallelo ad un sistema privato molto efficiente. Anche il portale relativo all’immigrazione in Australia definisce norme e regole per chi vuole esportare nel continente questa professione.

Altro paese in cui è possibile lavorare con infermiere all’estero è il Canada, famoso per essere piuttosto all’avanguardia. Il sito di riferimento per reperire le informazioni qui è il Cicic, raggiungibile all’indirizzo www.cicic.ca.

Per lavorare come infermiere in Germania è necessario conoscere il tedesco, che possiede un sistema sanitario a metà strada tra il pubblico e il privato.

Anche in Francia si può lavorare come infermiere, anzi, come infirmier, e tutte le informazioni utili per svolgere questa professione si trovano sul sito www.infirmiers.com.

Ma forse tra di voi c’è anche qualcuno che dalla propria professione di infermiere ricerca la massima soddisfazione anche dal punto di vista umano. Allora il luogo giusto per lavorare saranno le diverse missioni umanitarie presenti nel mondo, attivate da organizzazioni globali come Emergency, Medici senza frontiere o dalla Croce Rossa.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>