Voucher alta formazione nella Regione Abruzzo

di Redazione Commenta

 “Voucher per la formazione universitaria e per l’Alta formazione“. E’ stato denominato così, nella Regione Abruzzo, un importante Avviso, che è stato pubblicato nella giornata di ieri, mercoledì 3 agosto del 2011, grazie al quale sarà possibile erogare i buoni formativi tenendo conto, innanzitutto, della meritocrazia. La misura, infatti, prevede l’erogazione dei voucher solo a favore di quegli studenti abruzzesi meritevoli che puntano a frequentare, in Italia oppure all’estero, costi di studio universitari, master, corsi di specializzazione ed ogni altro intervento che presenta una valenza elevata a livello di formazione professionale.

In accordo con quanto riporta il sito Internet della Regione Abruzzo, per la misura sono stati messi sul piatto 1 milione di euro a valere sul Fondo Sociale Europeo, ed in particolare sull’FSE 2007/2013, e sul Piano Operativo a valere sul triennio dal 2009 al 2011. Per quel che riguarda la valutazione del merito, si terrà conto della valutazione legata all’ultimo titolo di studio conseguito, al voto medio degli esami all’università, ma anche al conseguimento del diploma di laurea nei tempi previsti. In più, sarà data priorità, nell’assegnazione dei voucher, a chi ha meno di 27 anni, e chiaramente a coloro che provengono da categorie svantaggiate.

Secondo quanto dichiarato da Paolo Gatti, Assessore alla Formazione ed all’Istruzione della Regione Abruzzo, con l’Avviso emanato dall’Amministrazione regionale si punta a fornire un sostegno concreto a quelle che sono le eccellenze abruzzesi; il tutto a fronte di un’erogazione dei voucher per l’alta formazione che non terrà conto solo dell’età e del reddito familiare, ma anche della bravura dello studente con ricadute positive, presenti e future, sull’intera società abruzzese. Tre, in particolare, sono le azioni legate all’Avviso attraverso le quali i voucher sono erogabili: quella dei percorsi formativi svolti all’estero, quella dei percorsi formativi post laurea svolti in Italia, e quella dei percorsi formativi universitari svolti in Italia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>