Bando Regione Campania: accesso al microcredito FSE, chiarimenti vari

di Redazione Commenta

L’accesso al fondo microcredito FSE è previsto per sostenere autoimprenditoria, autoimpiego, emersione e nuova imprenditoria, mediante un finanziamento di 10 milioni di euro per più di 400 progetti e, quindi, per soggetti che scelgono la strada imprenditoriale, ma hanno difficoltà d’accesso al credito bancario.

In particolare possono fruire dell’accesso al fondo microcredito FSE i giovani che non abbiano ancora compiuto 35 anni di età alla data di presentazione della domanda e donne di qualsiasi età.

I requisiti necessari per l’accesso al fondo microcredito FSE vanno così “identificati”: per le società in via di costituzione (giovani e donne) alla data di presentazione della proposta la maggioranza numerica e per quote di partecipazione dei soci; per le nuove imprese con meno di 5 anni di attività, in base alla legge n. 180 del 20011, se sono costituite da almeno un giovane e/o una donna; per le iniziative esistenti basta l’assunzione di un lavoratore nei dodici mesi precedenti alla presentazione della domanda.

Per quanto riguarda gli incentivi per disoccupati, lavoratori in cassa integrazione e mobilità, la cosiddetta linea di intervento “consolidamento del sistema d’incentivi rivolto ai segmenti deboli del mercato del lavoro”, con progetti finanziati per un totale di 10 milioni di euro (almeno 400 progetti), è prevista per i lavoratori in difficoltà nel mondo del lavoro: ovvero disoccupati; lavoratori in Cassa integrazione Guadagni (CIG); lavoratori in mobilità.

La CIG ordinaria è prevista per le aziende industriali non edili, le aziende industriali ed artigiane dell’edilizia. I lavoratori che possono usufruire della CIG sono: operai, intermedi, impiegati e quadri, lavoratori assunti con contratti di formazione lavoro, ora contratti di inserimento o con contratti di solidarietà purché assunti con qualifiche che possano fruire dei relativi interventi, lavoratori part-time, lavoratori soci e non soci di cooperative di produzione e lavoro che svolgono attività assimilabile a quella industriale compresi gli operai di cooperative agricole soggette alle norme che disciplinano la CIGO per il settore industriale.

Per quanto riguarda le società, per l’accesso al fondo microcredito FSE è necessario che almeno un socio ne detenga i requisiti necessari. Per le iniziative esistenti, i requisiti s’intenderanno soddisfatti anche nel caso di assunzione di un lavoratore nei dodici mesi precedenti alla di presentazione della domanda.

NOTA
Le specifiche dei finanziamenti, che saranno concessi nella forma tecnica di mutui chirografari e per i quali non è richiesta alcuna garanzia.
*Entità: minimo 5.000,00 euro, massimo 25.000,00 euro;
*Durata massima: 60 mesi;
*Tasso: 0%
*Tasso di mora: pari al tasso legale;
*Rimborso: in rate costanti posticipate mensili, mediante R.I.D. Con rimessa diretta con addebito sul conto corrente;
*La prima rata è fissata per il giorno 5 del settimo mese successivo alla data di stipula del contratto di finanziamento.

APPROFONDIMENTI
*Bando Regione Campania: finanziamento a tasso zero per progetti innovativi
*Finanziamenti agevolati in Campania – Gennaio 2012

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>