Concorsi, prove di accertamento linguistico per docenti e ATA

di Redazione Commenta

Il Ministero degli Affari Esteri ha indetto delle prove di accertamento linguistico per docenti italiani e per il personale ATA. L’iniziativa è importantissima, perché è il primo passo per coloro i quali riusciranno a superare le prove per potersi inserire nelle graduatorie riformulate e aggiornate per poter prestare servizio nelle istituzioni scolastiche ed universitarie che si trovano all’estero.

Le prove riguardano la conoscenza di inglese, francese, spagnolo e tedesco. I vincitori potranno iniziare a diventare operativi a partire dall’anno scolastico 2013/2014. I requisiti necessari per partecipare sono diversi. Infatti, possono presentare domanda il personale docente e ATA della scuola che, dopo l’anno di prova, hanno prestato perlomeno un altro anno scolastico di servizio con un contratto a tempo indeterminato. In questo caso si tratta di personale limitatamente ai ruoli di direttore dei servizi generali e amministrativi e agli assistenti amministrativi.

Discorso diverso deve essere fatto per il personale docente aspirante ai lettorati di italiano presso le Università straniere. In questo caso. possono sostenere le prove solo i docenti di italiano a tempo indeterminato delle scuole secondarie di I e II grado, i docenti di lingue straniere delle stesse a patto che abbiano superato almeno due esami di lingua e letteratura italiana, ed infine docenti di lingue straniere che abbiano conseguito un certo numero di crediti, durante i propri studi, nel settore scientifico-disciplinare di interesse del concorso.

Altro discorso ancora va fatto per coloro che vogliano insegnare la lingua italiana: potranno presentare domanda i docenti di materie letterarie delle scuole secondarie di primo grado oppure i docenti di lingue straniere delle stesse che abbiano superato esami inerenti o conseguito crediti adatti al ruolo da svolgere. Si avrà tempo fino al 7 novembre e bisognerà presentare le domande di ammissione per le prove esclusivamente  per  via  telematica,  collegandosi  al   sito ufficiale del Ministero  e  compilando, dopo aver effettuato la registrazione, il predisposto modello on line. Per tutte le informazioni vi invitiamo a consultare il bando completo che potete scaricare da Prove di accertamento docenti e ATA.

Fonte: Gazzetta Ufficiale n. 83 del 18 ottobre 2011

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>