Come diventare un imprenditore di successo

di Redazione Commenta

Come diventare un imprenditore di successo? Gli ingredienti sicuri non esistono, ma analizzando i comportamenti e le caratteristiche, spesso innate, di chi è riuscito ad affermarsi nel mondo imprenditoriale, di sicuro ci può aiutare. A tal fine può venirci in soccorso “Imprenditori”, un volume che è stato presentato nella giornata di ieri a Milano, e che è stato promosso dal Servizio Studi della Camera di commercio locale per raccontare idee, passioni e storia di chi oggi a Milano è un imprenditore. Per molti, diventare un imprenditore di successo significa avere gli occhi per guardare lontano a fronte di una spiccata intuizione e capacità di sintesi, ma anche un buona dose di umiltà affinché non si rimanga prigioniero delle proprie convinzioni. L’imprenditore di successo, che vuole mantenere, se non incrementare le quote di mercato, è anche colui o colei che sposa una missione ed è contestualmente attento al cambiamento visto che il futuro è imprevedibile, e visto che il fare impresa ed avere successo è frutto sia di scelte vincenti, sia anche di un calcolo delle probabilità.

Questi, e non solo, secondo il consigliere della Camera di commercio di Milano, Antonio Pastore, sono i tratti caratteristici di un imprenditore di successo, anche in questo momento, ovverosia anche ai tempi della crisi. Nel volume “Imprenditori” vengono raccontate storie di imprenditori che con prontezza, intuizione e lungimiranza sono passati da un settore economico ad uno completamente diverso, dagli pneumatici alle scarpe su misura, o il caso di un’imprenditrice prima impegnata nel settore finanziario, ma che poi si è occupata di asili nido senza non aver prima portato aventi un business nel settore delle terme! Ma come sono gli imprenditori a Milano?

Ebbene, la Camera di Commercio sottolinea come i titolari d’impresa a Milano siano creativi, molto attaccati alla famiglia, con un elevato grado di autonomia, ma anche razionali, pragmatici, ironici e spesso umoristici; sono anche spirituali sebbene non sempre siano religiosi, mentre il rigore e la disciplina, inoltre, lo affinano spesso anche con lo sport dedicandosi alla corsa o addirittura alla maratona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>