Incentivi aziende in Basilicata per innovazione e nuove assunzioni

di Anna Carbone Commenta

 La Camera di Commercio di Potenza ha emanato un nuovo bando per le imprese che investono nell’innovazione e promuovono nel contempo nuove assunzioni nel territorio.

La CCIAA di Potenza, attingendo ad un fondo di 200 mila euro, eroga contributi fino a 5mila euro alle piccole-medie imprese della Provincia di Potenza che siano in possesso di certificazioni di qualità, sicurezza, ambiente e prodotto e anche alle aziende che vogliano ottenere tali certificazioni con il sostegno degli incentivi camerali.

Il Bando Sepri 2012 emanato dalla CCIAA di Potenza si pone l’obiettivo primario di rilanciare l’occupazione nel territorio e, a tale scopo, eroga gli incentivi a condizione che l’azienda che intende attivarsi per partecipare al bando si attivi anche per nuove assunzioni, allo scopo di ovviare alla disoccupazione in atto, in particolare fra i giovani.

Così il presidente dell’Ente camerale Pasquale Lamorte: ”Incidere sulla leva dell’innovazione è fondamentale per innalzare il livello di competitività delle aziende del potentino, in particolare quelle più piccole e meno strutturate. Parallelamente, il Bando Sepri continua a inseguire anche l’obiettivo dell’occupazione, vincolando il contributo all’ingresso in azienda di giovani. Una delle novità del Bando 2012 è appunto una premialità – con un bonus pari a 3.000 euro, oltre all’importo dell’ammontare massimo dei contributi previsti – per chi assume lavoratori al di sotto dei 35 anni”.

Gli incentivi fino a 5mila euro sono così distribuiti: il 50% viene erogato per sostenere le spese effettuate per l’ingresso in azienda di una nuova forza lavoro e il 50% è destinato a sostenere gli altri costi riferiti alle spese ammissibili. Comunque, in entrambi i casi l’importo dell’incentivo non può superare i 5mila euro.

Il termine per la presentazione della domanda per accedere al bando è fissato al 31 ottobre 2012.

Il bando è pubblicato sul sito della CCIAA di Potenza

APPROFONDIMENTI
*L’Inps adegua il suo canale telematico per gli incentivi alle assunzioni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>