Lavoro consorzi e cooperative: Sardegna, contributi alle attività produttive

di Redazione Commenta

Via libera, nella Regione Sardegna, ai contributi destinati alle cooperative ed ai loro consorzi. A darne notizia è stata l’Amministrazione regionale dopo che l’Assessorato del Lavoro ha provveduto a pubblicare il relativo Bando che permetterà alle cooperative ed ai loro consorzi di accedere agli stanziamenti per diverse finalità comunque tutte orientate a spese per gli investimenti. I termini per la presentazione delle domande, con compilazione da effettuare rigorosamente online, si aprono alle ore 10 di martedì 17 maggio per poi chiudersi alle ore 12 del 17 giugno del 2011; la domanda, da compilare su apposito form online, deve poi essere stampata ed inoltrata sempre entro il termine sopra indicato all’Assessorato del lavoro della Regione Sardegna. In base al piano di investimenti presentato, di importo pari a minimo 10 mila e massimi 60 mila euro, le cooperative e i loro consorzi rispettanti i requisiti di accesso al Bando possono ottenere l’erogazione di contributi in conto capitale.

Nel dettaglio, in accordo con quanto si legge sul sito Internet della Regione Sardegna, si possono presentare piani per investimenti in attrezzature, macchinari, arredi, ma anche veicoli a motore. Sono ammessi anche i piani di investimento in beni immobili unitamente ad interventi in edilizia a patto che risultino essere funzionali all’attività imprenditoriale.

La cooperativa o il consorzio per accedere al Bando che, come sopra accennato, è stato pubblicato dall’Assessorato al Lavoro della Regione Sardegna, deve innanzitutto essere regolarmente iscritta al registro delle imprese unitamente all’iscrizione all’apposito albo delle società cooperative. Inoltre, con la sola eccezione delle cooperative di nuova costituzione, i richiedenti l’accesso ai contributi in conto capitale per gli investimenti devono aver depositato il Bilancio 2009, devono essere in regola con il versamento del contributo al fondo mutualistico, sempre a valere sull’anno 2009, e, tra l’altro, devono presentare un piano di investimenti che risulti essere regolarmente approvato con verbale dall’Assemblea dei Soci o dal Consiglio di Amministrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>