Voucher lavoro giovani: opportunità estive in campagna

 Piuttosto che, al termine della scuola, oziare e non fare nulla, a partire da mercoledì prossimo, 1 giugno 2011, i giovani potranno lavorare in campagna per la raccolta di frutta prima, e per la vendemmia poi, attraverso lo strumento del lavoro occasionale accessorio remunerato con i voucher. A metterlo in risalto è stata la Coldiretti nel sottolineare come siano all’incirca 200 mila i giovani che quest’anno potranno lavorare in agricoltura sfruttando lo strumento dei buoni lavoro che, lo ricordiamo, permette anche la maturazione dei contributi Inps ai fini previdenziali. Il giovane, in particolare, può lavorare nei campi a partire da dopodomani a patto che abbia un’età compresa tra i 16 ed i 25 anni, e che risulti essere regolarmente iscritto ad un ciclo di studi. Quella del lavoro con i voucher, quindi, può rappresentare un’opportunità da non perdere anche per gli studenti universitari che, in questo modo, possono mettere da parte i soldi per pagare le tasse e/o acquistare i libri in concomitanza con il prossimo anno accademico.

Read more

Voucher lavoro accessorio nel turismo, accordo con le associazioni di categoria

 Via libera, nel settore turistico, ad un importante accordo che è stato siglato tra Italia Lavoro e le associazioni di categoria del comparto del turismo, tra cui anche la Federalberghi. Trattasi di un accordo molto importante in quanto da un lato mira alla semplificazione ed al sostegno dell’occupazione, e dall’altro punta ad incrementare sia la flessibilità nel lavoro, sia l’occupazione regolare proprio attraverso l’utilizzo e l’accesso allo strumento dei voucher. Nel complesso l’intesa, in accordo con quanto riportato dalla Federalberghi, risponde ai fabbisogni occupazionali delle imprese del turismo e, contestualmente, promuove una semplificazione ed uno snellimento proprio per quel che riguarda la gestione dei voucher destinati a creare lavoro a favore di soggetti quali i disoccupati, gli inoccupati e coloro che risultano essere percettori di sostegno al reddito.

Read more

Voucher lavoro: nuovo Bando nel Comune di Cuneo

 E’ stato pubblicato, nel Comune di Cuneo, il nuovo Bando attraverso il quale l’Amministrazione comunale ha avviato la ricerca di personale che, al fine di svolgere prestazioni di lavoro occasionale, potrà essere remunerato con i voucher, ovverosia con i cosiddetti buoni lavoro. Per accedere alla misura i richiedenti in possesso dei requisiti dovranno presentare la domanda entro e non oltre il 2 maggio del 2011, con l’Avviso pubblico ed il relativo modulo di domanda che sono già visionabili e scaricabili dal sito Internet del Comune di Cuneo, www.comune.cuneo.gov.it. Le prestazioni di lavoro pagate con i voucher, lo ricordiamo, offrono la copertura non solo contributiva, ma anche assicurativa ai fini dell’Inail; in particolare, per ogni 20 euro lordi di paga sono 15 gli euro netti che vanno in tasca al lavoratore occasionale.

Read more

Voucher lavoro occasionale: progetto Vo.La nella Regione Lazio

 Si chiama “Nel Lazio il lavoro Vo.La – Voucher Lazio“, ed è una campagna dell’Amministrazione regionale per promuovere il lavoro occasionale regolamentato attraverso l’utilizzo dei buoni lavoro al fine di contrastare il lavoro sommerso e, quindi, far emergere quello irregolare. L’iniziativa, nello specifico, prevede, per ogni 10 voucher acquistati da datori di lavoro, e destinati a lavoratori occasionali domiciliati o residenti nella Regione Lazio, il rimborso da parte della Regione di 1 buono lavoro. In questo modo l’Amministrazione regionale mira a contribuire al rilancio dell‘economia regionale, con particolare riferimento all’agricoltura, sostenendo nello stesso tempo le fasce più deboli della popolazione, ed in particolare dei giovani lavoratori affinché questi possano iniziare a costruirsi un futuro assicurativo e previdenziale. I buoni lavoro, infatti, per ogni 10 euro di paga lorda prevedono l’erogazione di un netto di 7,50 euro al lavoratore, ed i restanti 2,50 euro, al netto del costo del servizio, vanno a coprire l’infortunistica con l’Inail e la previdenza con l’Inps.

Read more

Voucher lavoro occasionale: il punto nel Friuli Venezia Giulia

 Nello scorso mese di febbraio, nella Regione Friuli Venezia Giulia, l’utilizzo dei voucher per il lavoro occasionale accessorio ha toccato la quota dell’11,6% del totale nazionale. Ad annunciarlo è stata Angela Brandi, assessore al Lavoro della Regione Friuli Venezia Giulia, sottolineando inoltre come, rispetto ai 75.050 voucher di febbraio 2011, la quota sia destinata ad aumentare nel prossimi mesi. Al primo posto per utilizzo, su scala provinciale, nel mese di febbraio a svettare è stata Udine con oltre 42 mila voucher, ed a ruota Pordenone, Gorizia e Trieste con quasi 6.700 voucher. Anche nella Regione Friuli Venezia Giulia, così come previsto dalla normativa sui buoni lavoro, ad approfittare del lavoro occasionale con i voucher sono stati i giovani studenti, i pensionati ed i percettori di sostegno al reddito, ovverosia, tra gli altri, i lavoratori in cassa integrazione.

Read more

Voucher lavoro col Fondo anticrisi nel Comune di Macerata

 Attraverso l’emanazione di un Bando pubblico, il secondo a valere sulla copertura finanziaria legata al Fondo anticrisi, nel Comune di Macerata è stato pubblicato l’Avviso con cui l’Amministrazione comunale, ai fini della prestazione di lavoro occasionale accessorio, cerca personale da remunerare con i voucher, ovverosia con i buoni lavoro. La misura arriva dopo che, sempre con il Fondo anticrisi, l’Amministrazione comunale ha emanato un Bando, il primo, a sostegno delle persone residenti colpite dalla crisi attraverso l’erogazione di un contributo per far fronte alle difficoltà legate alla congiuntura sfavorevole. I lavoratori occasionali svolgeranno le prestazioni di lavoro occasionale accessorio direttamente presso il Comune nei settori sociali, culturali, ma anche per i servizi alla città e per la manutenzione del verde pubblico sul territorio comunale. Possono presentare la domanda per svolgere il lavoro occasionale accessorio tutti i cittadini, italiani o extracomunitari, che risiedono nel Comune di Macerata e che sono inoccupati, in cassa integrazione, disoccupati, ma anche in mobilità e percettori di disoccupazione ordinaria oppure del trattamento speciale legato alla disoccupazione nel comparto dell’edilizia.

Read more

Inps, in arrivo il referente regionale per il lavoro occasionale

L’Inps, attraverso il messaggio n.3598 dell’11 febbraio 2011, ha comunicato che a partire dal 15 febbraio entrerà in vigore la figura del referente regionale del lavoro occasionale accessorio.

Secondo le precisazioni dell’Istituto sarà possibile rivolgersi al referente per il trattamento delle richieste di chiarimento o di intervento e, in questo modo, si individua l’interfaccia naturale delle Associazioni di categoria, degli intermediari, degli Enti locali, o di qualsiasi altro organismo.

Grazie a questo nuovo servizio, l’Inps intende aiutare tutti coloro che hanno la necessità di reperire informazioni e consulenza sull’impiego corretto dei buoni lavoro.

Il referente informerà tra l’altro il datore di lavoro sulla opportunità di non impiegare il/i prestatore/i che presenta compensi prossimi o addirittura superiori al limite economico previsto.

Read more

Lavoro occasionale: Bando in provincia di Salerno

 In provincia di Salerno, ed in particolare nel Comune di Praiano, l’Amministrazione ha indetto un Bando attraverso il quale si ricercano prestatori di lavoro occasionale remunerati attraverso la formula dei buoni lavoro, ovverosia i voucher, per lavori, mansioni ed attività che spaziano dai lavori di giardinaggio a quelli di solidarietà, e passando per i lavori di emergenza, pulizia e manutenzione di strade, parchi, edifici e monumenti, nonché per attività legate a manifestazioni culturali, sportive, caritatevoli e fieristiche. Possono presentare la domanda, e quindi accedere alla misura, i cassintegrati, gli studenti di età non superiore ai 25 anni, nonché i pensionati a fronte di un compenso che, per ogni 10 euro lordi pagati, prevede il riconoscimento al prestatore di lavoro occasionale di 7,50 euro esenti da qualsiasi altra imposizione di natura fiscale; inoltre, il compenso percepito con i voucher non va ad incidere sull’attuale ed eventuale status del cittadino di lavoratore inoccupato o disoccupato.

Read more

Voucher in agricoltura: si riduce il lavoro sommerso

 L’utilizzo dei voucher, ovverosia dei cosiddetti buoni lavoro, in agricoltura, contribuisce a garantire sul territorio della Regione Veneto la trasparenza e la legalità con una contestuale riduzione del lavoro sommerso. Questo è quanto afferma la Coldiretti Veneto nel sottolineare come ad incentivare il lavoro regolare in agricoltura, assieme ai voucher, sia anche il decreto flussi 2011 con la conseguenza che nei campi e nelle campagne venete non c’è sfruttamento della manodopera straniera e non ci sono irregolarità grazie proprio ai nuovi strumenti normativi. In termini numerici questo significa che nelle campagne della Regione Veneto, negli ultimi due anni, hanno lavorato con i voucher ben 60 mila persone tra studenti, disoccupati e pensionati che si sono occupati non solo della vendemmia, ma anche delle attività di raccolta e quelle legate alla cura degli animali. Nella Regione Veneto la provincia capofila per quel che riguarda l’utilizzo dei voucher è quella di Treviso con oltre 160 mila buoni lavoro.

Read more

Lavoro Natale 2010: a Milano voucher per i giovani

 Sono andati a ruba nel Comune di Milano i buoni lavoro, ovverosia i voucher, per il lavoro occasionale accessorio svolto dai giovani nel periodo natalizio. A darne notizia è stato il Comune di Milano nel precisare che, grazie ad uno stanziamento pari a 65 mila euro, sono stati 68 complessivamente i ragazzi che hanno potuto fruire dello strumento dei voucher. Quella dei buoni lavoro, da parte dell’Amministrazione comunale, è un’iniziativa nata nell’estate del 2009 con l’obiettivo sia di sostenere i commercianti, sia di incentivare i giovani a lavorare nel pieno della legalità. Il buono lavoro, infatti, per ogni 10 euro lordi di paga copre sia i contributi previdenziali, sia l’assicurazione Inail a fronte di un netto a favore del lavoratore occasionale pari a 7,5 euro. Possono lavorare con i voucher, nei periodi di vacanza, i giovani aventi un’età tra i 16 ed i 25 anni; e visto il successo ottenuto, Giovanni Terzi, Assessore alle Attività produttive ed alle Politiche del Lavoro del Comune di Milano, ha fatto presente come l’Amministrazione stia verificando la possibilità di stanziare nuove risorse per fornire opportunità di lavoro ai giovani e sostegno alle imprese.

Read more

Voucher: ricerca lavoro occasionale nel Comune di Cuneo

 A Cuneo il Comune ha emanato un avviso pubblico attraverso il quale è  stata avviata la ricerca di personale da inquadrare con l’utilizzo dei buoni lavoro, detti anche voucher, e quindi per prestazioni di lavoro occasionale. I destinatari dell’avviso pubblico sono i giovani, i pensionati, ma anche quei lavoratori che attualmente percepiscono forme di indennità salariali a sostegno del reddito, ovverosia quelli in mobilità, in cassa integrazione, ed i percettori dell’indennità di disoccupazione. Il termine ultimo per la presentazione della domanda, il cui modello si può scaricare direttamente dal sito Internet del Comune di Cuneo, www.comune.cuneo.gov.it, è quello di martedì 7 dicembre 2010. Con i voucher si potranno svolgere per il Comune di Cuneo lavori che spaziano dallo sgombero della neve ai lavori di manutenzione stradale, e passando per prestazioni lavorative legate ad attività culturali, fieristiche e sportive, nonché per effettuare lavori di piccola manutenzione.

Read more

Lavoro occasionale: Bando voucher in Provincia di Milano

 In Provincia di Milano, e per la precisione nel Comune di Assago, è attualmente aperto, con scadenza fissata per giovedì 25 novembre 2010, un Bando per la concessione di voucher, i cosiddetti buoni lavoro, legati alla prestazione di attività lavorative di natura occasionale di tipo accessorio. A darne notizia è stata proprio l’Amministrazione comunale nel far presente come la selezione del personale, da remunerare con i voucher, sia stata attivata per permettere sul territorio l’incremento delle opportunità di impiego a favore di categorie quali gli studenti, i disoccupati, i pensionati, ma anche i lavoratori part-time, gli inoccupati, le casalinghe e tutti quei soggetti che, ai fini del sostegno al reddito, percepiscono delle prestazioni di natura integrativa del salario. L’obiettivo è quindi quello di sostenere l’occupabilità delle fasce potenzialmente più deboli della popolazione in linea con le nuove norme in materia di lavoro ed occupazione con conseguenti ripercussioni positive di natura sociale.

Read more

Voucher lavoro occasionale ed accessorio sempre più utilizzato

 A partire dal mese di agosto dell’anno 2008, quando sono stati introdotti, e fino al corrente mese di ottobre, sono stati venduti in Italia oltre dieci milioni di voucher, i cosiddetti buoni lavoro per la regolarizzazione di rapporti di lavoro occasionale ed accessorio. A darne notizia è stato l’Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale (Inps) nel porre l’accento sul fatto che grazie alla vendita dei voucher in tabaccheria l’accesso a questi strumenti è diventato sempre più facile. Su un totale di 10.135.646 di voucher venduti, 800 mila sono stati emessi in modalità telematica, mentre i restanti 9,3 milioni circa sono stati acquistati dai datori di lavoro in formato cartaceo. D’altronde i voucher, introdotti prima in via sperimentale solo per la vendemmia, sono al giorno d’oggi utilizzabili per la regolarizzazione delle prestazioni di lavoro occasionale ed accessorio in molti settori della nostra economia. Ai buoni lavoro, tra l’altro, possono accedere anche i cassintegrati in modo tale da poter integrare il proprio reddito e far fronte alle difficoltà di natura occupazionale.

Read more

Lavoro occasionale accessorio con voucher in provincia di Cosenza

 In provincia di Cosenza, e per la precisione nel Comune di Amantea, il 29 settembre scorso è stato emanato un Avviso pubblico con il quale è partita la ricerca di personale che, attraverso la remunerazione con i voucher, ovverosia con i buoni lavoro, sia disposto a svolgere lavoro di tipo occasionale accessorio. I tempi di adesione, dalla pubblicazione dell’Avviso alla scadenza dello stesso, sono molto stretti e bisogna quindi affrettarsi, se interessati nel rispetto dei requisiti, visto che i termini per la presentazione delle domande scadono venerdì prossimo, 8 ottobre 2010. Il lavoro svolto e pagato con i voucher consiste nell’occuparsi di lavori di manutenzione e di pulizia del patrimonio immobiliare, ma anche lavori di manutenzione e di pulizia per quel che riguarda il verde pubblico e le strade. In merito all’iniziativa il Comune di Amantea ricorda come il meccanismo di remunerazione preveda, per ogni 10 euro lordi percepiti, il riconoscimento al lavoratore di una paga netta pari a 7,50 euro.

Read more