Occupazione e impresa: sgravi fiscali in Sardegna

di Redazione Commenta

Nella Regione Sardegna partono ufficialmente i “Poic”, i Programmi operativi per l’imprenditorialità comunale, che rappresentano sia un’iniziativa sperimentale, sia un progetto pilota a livello nazionale. A darne notizia è l’Amministrazione regionale nel far presente come sul territorio sardo sia quello di Alghero il Comune capofila di un progetto che, nello specifico, mira a concedere sgravi fiscali per le nuove imprese e, di conseguenza, per la creazione di nuovi posti di lavoro. La misura dei Programmi operativi per l’imprenditorialità comunale è stata così inserita all’interno del Piano straordinario per il lavoro 2011 che la Giunta della Regione Sardegna ha approvato proprio nei giorni scorsi. Sul territorio, ed in particolare nel Comune di Alghero, i “Poic”, Programmi operativi per l’imprenditorialità comunale, partono con una dotazione finanziaria pari a 5 milioni di euro, ma se i riscontri saranno buoni l’Amministrazione regionale s’è da ora impegnata per andare ad incrementare in futuro i fondi stanziati.

Secondo quanto spiega la Regione Sardegna attraverso il proprio sito Internet, i Programmi operativi per l’imprenditorialità comunale possono essere adottati da quei Comuni sardi che, aventi una popolazione superiore ai 10 mila abitanti, decidono di concedere sgravi fiscali sulle tasse locali, ovverosia, tra le altre, la tassa sui rifiuti (Tarsu) e l’imposta comunale sugli immobili (Ici).

Secondo quanto dichiarato dall’assessore regionale Manca, la Regione Sardegna, come sopra accennato, andrà a potenziare in termini finanziari la misura qualora ci saranno buoni risultati. Intanto l’Amministrazione regionale ha già provveduto ad elaborare ed a tracciare un percorso finalizzato alla costituzione di un apposito fondo rotativo. Nelle aree dove saranno attivi i “Poic” Programmi operativi per l’imprenditorialità comunale, la Regione Sardegna si impegnerà, per quelle imprese che sul territorio creano nuova occupazione, a concedere sia gli incentivi per andare ad abbassare il costo del lavoro, sia i bonus per le nuove assunzioni di lavoratori dipendenti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>